Altre notizie

«Il suo nome è Santo, Egli è Dio di pace, Dio salam. Perciò solo la pace è santa e nessuna violenza può essere perpetrata in nome di Dio, perché profanerebbe il suo Nome». Con queste parole, papa Francesco, pellegrino della pace in terra egiziana, si è rivolto ai partecipanti alla conferenza internazionale sulla pace promossa dall’università al-Azhar (testo integrale).

Avrebbe dovuto contenere essenzialmente la correzione dei conti pubblici italiani chiesta dall'Unione europea - la cosiddetta manovrina - era stato approvato «salvo intese» dal Consiglio dei ministri nella riunione dell'11 aprile ed è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale due settimane dopo. Ma è diventato un provvedimento di ben 67 articoli che già dal titolo rende l'idea della sua ampiezza e complessità.

«Sono polemiche sterili. La verità è solo una: nessuno vuole aiutare queste persone». Regina Catambrone, fondatrice del Moas, la prima missione di salvataggio con navi nel Mediterraneo, replica alle accuse e alle polemiche di questi giorni sulle presunte collusioni con i trafficanti: «Stanno creando una politica del terrore. Siccome non riescono a fare politiche serie, buttano fango su chi ha portato umanità».

Ultim'ora

«Grande era l’attesa di ritrovarci». Sono queste le prime parole cariche di affetto che papa Francesco ha rivolto questo pomeriggio al Cairo a Sua Santità papa Tawadros II, patriarca della Chiesa copta-ortodossa, scambiando con lui «il bacio santo e l’abbraccio di pace» (testo integrale).

«La Vostra visita di oggi è un nuovo passo sulla via dell’amore e della fraternità tra i popoli. Voi siete uno dei simboli della pace in un mondo tormentato dai conflitti e dalle guerre. Un mondo che anela e desidera ardentemente sforzi sinceri per diffondere la pace e l’amore, e per contrastare la violenza e l’estremismo». Sono le parole di saluto che papa Tawadros II, patriarca della Chiesa copta ortodossa ha rivolto a papa Francesco accogliendolo nella sede del Patriarcato al Cairo.

Archivio & Documenti

Il testo integrale del Messaggio del Papa per la Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali, che quest’anno si celebra, in molti Paesi, domenica 28 maggio, Solennità dell’Ascensione del Signore. Il tema scelto dal Papa è «Non temere, perché io sono con te» (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo.

Ultim'ora

SPECIALE

Mostre

VolareArte. Park Eun Sun

da Sabato, 27 Giugno 2015 ore 00:00 a Giovedì, 01 Giugno 2017 ore 00:00 Mostre

La bellezza ferita. Norcia, Earth Heart Art Quake

da Venerdì, 23 Dicembre 2016 ore 00:00 a Domenica, 29 Ottobre 2017 ore 00:00 Mostre

Nel segno di Roberto Longhi. Piero della Francesca e Caravaggio

da Domenica, 12 Febbraio 2017 ore 00:00 a Domenica, 04 Giugno 2017 ore 00:00 Mostre

Ferro, Fuoco, Terra! 50 anni di lavoro in Maremma

da Sabato, 25 Febbraio 2017 ore 00:00 a Domenica, 30 Aprile 2017 ore 00:00 Mostre

Giuseppe Carta. Orti della germinazione

da Domenica, 26 Febbraio 2017 ore 00:00 a Domenica, 11 Giugno 2017 ore 00:00 Mostre

Bill Viola. Rinascimento elettronico

da Venerdì, 10 Marzo 2017 ore 00:00 a Domenica, 23 Luglio 2017 ore 00:00 Mostre

Il Viaggio di Mastorna. Il sogno di un film messo in scena

da Sabato, 18 Marzo 2017 ore 00:00 a Domenica, 30 Aprile 2017 ore 00:00 Mostre

Il buon secolo della pittura senese

da Sabato, 18 Marzo 2017 ore 00:00 a Venerdì, 30 Giugno 2017 ore 00:00

Domenico Beccafumi, l’artista da giovane

da Sabato, 18 Marzo 2017 ore 00:00 a Venerdì, 30 Giugno 2017 ore 00:00 Mostre

Dal Sodoma al Riccio: la pittura senese negli ultimi decenni della repubblica

da Sabato, 18 Marzo 2017 ore 00:00 a Venerdì, 30 Giugno 2017 ore 00:00 Mostre

vedi tutti gli eventi

Aree tematiche