Arte & Mostre

Arte & Mostre stampa

Per il calendario delle mostre in Toscana clicca qui

Da oggi sono esposte in piazza della Signoria a Firenze tre opere dell'artista Urs Fischer, che hanno già fatto discutere. Il Sindaco Nardella lancia la sfida agli storici dell'arte, ai critici e ai giornalisti: «partiamo dall'opera di Fischer e da questo progetto che a Firenze va avanti da tre anni per aprire una grande discussione sul ruolo dell'arte pubblica».

La mostra «La fragilità del segno. Arte rupestre dell’Africa nell’archivio dell’Istituto italiano di preistoria e protostoria», che si inaugura sabato 23 settembre al Museo Archeologico nazionale di Firenze, vuole far conoscere alcune delle più antiche e straordinarie manifestazioni artistiche dell’umanità, situate in luoghi oggi inaccessibili a causa di conflitti interni e internazionali.

In occasione del Mese Mondiale dell’Alzheimer, l’Opera di Santa Maria del Fiore presenta il suo primo progetto rivolto alle persone con Alzheimer e altre forme di demenza e per chi se ne prende cura. Il progetto, denominato Co-opera-tività, si prefigge attraverso un’attività di dialogo e di narrazione creativa realizzate nel Museo e nei monumenti dell’Opera di Santa Maria del Fiore una serie di obiettivi: creare ben-essere, stimolare emozioni e aiutare ad esprimerle e condividerle, trovare nuove forme di comunicazione, generare opportunità d’inclusione sociale.

«Il Cinquecento a Firenze, maniera moderna e controrifoma, Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna» è la mostra che apre la stagione espositiva a Palazzo Strozzi. Tra i capolavori, il Cristo deposto del Bronzino che torna a Firenze dopo cinquecento anni, insieme alle Deposizioni del Pontormo e del Rosso Fiorentino, per la prima volta esposte insieme. Alla presentazione anche il cardinale Betori: «Questa mostra ci aiuterà a scoprire la creatività artistica dell’Europa della Controriforma»

Con l'ausilio di due gru, i restauratori dell'Opera di Santa Maria del Fiore hanno collocato sulla facciata del Duomo di Firenze una replica di marmo, scolpita a mano dalle maestranze della bottega di restauro dell'Opera, della scultura ottocentesca di Samuele (alta 175 centimetri), uno dei personaggi dell'Antico Testamento.

in occasione dell’anniversario dei 750 anni dalla nascita di Giotto, all’interno della pieve di San Lorenzo a Borgo San Lorenzo è stato allestito un nuovo impianto di illuminazione a led che permette una maggiore leggibilità della Madonna col Bambino,unica l’opera dell'artista presente nel Mugello.