Arte & Mostre
stampa

Firenze, sostituita con una copia «ad arte» la Porta Nord del Ghiberti

Ci sono voluti sei mesi di studi, quattro anni di lavoro, quindici persone impiegate a tempo pieno, tre tonnellate e mezzo di bronzo, quattrocentoquaranta chili di cera per gli stampi e ancora molto altro materiale per realizzare la replica della Porta Nord del Battistero di Firenze, che dal 23 gennaio ha sostituito l’originale restaurato e collocato nel nuovo Museo dell’Opera del Duomo. 

Percorsi: Arte - Firenze - Giuseppe Betori
Parole chiave: Opera del Duomo (22)
Firenze, sostituita con una copia «ad arte» la Porta Nord del Ghiberti

La copia è stata presentata stamani con una semplice cerimonia, alla presenza del cardinale Giuseppe Betori, del presidente dell'Opera di Santa Maria del Fiore, Franco Lucchesi e della presidente del Consiglio comunale di Firenze, Caterina Biti. Un’opera imponente se pensiamo alle dimensioni della Porta, cinque metri di altezza per tre di larghezza, e al fatto che l’originale impegnò Lorenzo Ghiberti per ben ventitré anni dal 1402 al 1424. «La conservazione – ha detto il cardinale Betori alla presentazione al pubblico della replica – non deve andare a scapito della fruizione. La copia della Porta Nord ha questa valenza. Ed è anche una dimostrazione di eccellenza delle capacità artistiche e artigianali da parte di maestranze del nostro tempo». La sostituzione della Porta Nord con una replica è stata possibile grazie ai finanziamenti di privati messi a disposizione dell’Opera di S. Maria del Fiore e della Guild of the Dome Association di cui fanno parte imprenditori di tutto il mondo e di fedi diverse, con lo scopo comune di supportare i valori universali dell’arte. La replica è stata realizzata a Firenze dalla Galleria Frilli nella Fonderia Ciglia e Carrai.

Il Presidente dell’Opera, Franco Lucchesi ha annunciato che tra marzo e aprile 2016 anche la terza porta del Battistero, realizzata da Andrea Pisano andrà in restauro. In contemporanea, è stato poi spiegato, sarà realizzata una copia ad arte che andrà a sostituirla sul monumento come è stato nel 1990 per la Porta del Paradiso e oggi per la porta Nord. L'originale della porta di Pisano sarà collocato nel nuovo Museo dell'Opera come le altre due. Il tempo previsto per il restauro è di 3 anni, 1 anno in più rispetto alla porta Nord perché dalle prime indagini sembra che la porta sia piuttosto danneggiata dal tempo. 

Firenze, sostituita con una copia «ad arte» la Porta Nord del Ghiberti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento