Libertà religiosa e confronto tra fedi diverse

Ci sono nella cronaca notizie ricorrenti con relativo corredo di polemiche come quella sulla costruzione di nuove Moschee ; se ne è parlato negli anni passati per una che sarebbe dovuta sorgere a Greve , per quella di Colle Val d'Elsa ormai funzionante , se ne parla ora per quella che dovrebbe essere costruita a Firenze e mi pare anche a Milano . Si moltiplicano le speculazioni di certe forze politiche , prese di posizione pro e contro , sorgono comitati avversi che propongono tanto per cambiare di sottoporre la realizzazione del luogo di culto Islamico ad un referendum .
Comprensibile che ci sia paura per la possibile presenza di terroristi e fondamentalisti ma è certo che un simile strumento , per eccellenza democratico , non sia proponibile perché ritengo che sia in netto contrasto con gli articoli 8 e 19 della nostra Costituzione che sancisce la piena libertà religiosa e delle sue manifestazioni . Uno strumento di libertà usato per limitare o impedire l'esercizio di una libertà fondamentale come quella religiosa è una contraddizione lampante. Se vi fossero reali pericoli per le Istituzioni , ci sono altri strumenti , devono intervenire gli organi competenti : polizia , magistratura , prefettura , Comune etc e i cittadini singolarmente o in gruppo hanno il dovere di fare segnalazioni o denunce. C'è poi un aspetto da non sottovalutare , certe iniziative di scontro corrono il rischio di creare ulteriori divisioni , esclusioni e spingere le persone più fragili nelle mani dell'estremismo . In una società sempre più multiculturale e multireligiosa, dove i problemi di convivenza presentano maggiori conflittualità , è necessaria una politica che coniughi l'integrazione con legalità e sicurezza e cerchi di disinnescare provocazioni e tensioni , anche alimentate ad arte , per scatenare uno scontro di civiltà. Nello stesso tempo ,e soprattutto mi rivolgo a chi fa riferimento ai valori del Cristianesimo , è necessario un approfondimento e in alcuno casi una riscoperta delle basi della nostra fede , non tanto per trovare una identità da sbattere in faccia ad altre identità , quanto per acquistare una coerenza di vita e una saldezza di principi che sono indispensabili per un dialogo ed un incontro – confronto alla pari con i fedeli di altre religioni e in particolare l' Islam.
Carlo Giuseppe Rogani
Siena
9.08.2015

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento