Cultura & Società
stampa

Arezzo, il cinema sociale vola negli Stati Uniti

Di fronte alla macchina da presa uno staff composto da attori con disabilità e non, dietro gli obiettivi la profonda sensibilità nel raccontare temi delicati dal forte valore sociale. È interamente basato sull'esperienza della Poti Pictures, piccola realtà cinematografica aretina, il videoclip «Come nei filme», realizzato dal videomaker Francesco Faralli e selezionato all'interno della kermesse statunitense «Thin Line Film Festival» di Denton.

Al centro del corto, che volerà in Texas il prossimo 18 febbraio, la storia di come il gruppo del Cenacolo francescano di Arezzo si sia avvicinato, da autodidatta, alla realizzazione di pellicole in digitale, creando così la Poti Pictures. Nel 2012 la casa di produzione cinematografica aretina è stata inserita all'interno del progetto «Le abilità diverse della disabilità», promosso dalla Caritas della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. Il Centro pastorale sin dall'inizio ha creduto fortemente nelle potenzialità del cinema sociale e ha promosso le attività della Poti Pictures come strumento per potenziare l'autonomia individuale delle persone con disabilità.

Alla volta di Denton partirà una delegazione aretina composta dal regista Daniele Bonarini, dal vice direttore della Caritas diocesana, Andrea Dalla Verde, e da Tiziano Barbini, uno degli attori speciali protagonisti delle riprese.

Fonte: Sir
Arezzo, il cinema sociale vola negli Stati Uniti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento