Due frecce che indicano la croce di Cristo, e che con la loro curvatura ricordano la forma della cupola di Santa Maria del Fiore. Sotto, cinque frecce di vari colori rivolte verso l’esterno. È il logo che ha vinto il concorso indetto dal comitato organizzatore, e che diventerà quindi il logo ufficiale del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze 2015.

«L'identità e la vocazione peculiare di Gerusalemme, Città Santa va preservata al di là delle varie tensioni e dispute politiche, la presenza dei cristiani, benché piccolo gregge, attinge dallo Spirito la forza per la missione di testimonianza, oggi più urgente che mai». Lo ha ribadito oggi Papa Francesco durante l'udienza concessa ai partecipanti alla Riunione delle Opere di Aiuto alle Chiese Orientali (Roaco) in occasione della 91ª Assemblea plenaria che quest'anno coincide con il 50° di fondazione della Roaco.

«Ci sono ancora dei cattolici che sappiano cosa voglia dire esserlo? Ci sono ancora cattolici che abbiano un pensiero politico coerente e - cosa altrettanto importante - sappiano leggere la realtà alla luce di quel pensiero, trovando soluzioni politiche praticabili, offrendo inoltre una credibile testimonianza personale?». Sono gli interrogativi che aprono la riflessione del vescovo di Pistoia, mons. Fausto Tardelli, sull'impegno dei cattolici in politica.

www.firenze2015.it

Carosello aree tematiche

Prato, in dono al Papa un'opera a favore dei poveri

Firenze 2015: il programma aggiornato del Convegno ecclesiale

Le Chiese toscane verso il Giubileo: «Spirito di accoglienza e misericordia»

Dossier