Arezzo
stampa

Da Marradi alla nostra diocesi passando per la Chiesa fiorentina.

Un vescovo arrivato dal mare. Era stato chiamato così monsignor Gualtiero Bassetti poco prima di fare il suo ingresso in diocesi in quanto giungeva da Massa Marittima-Piombino. In realtà, però, le sue radici affondano fra l'Appennino e il cuore della Toscana. Infatti, Gualtiero Bassetti nasce a Popolano, località di Marradi, nella diocesi di Faenza-Modigliana, il 7 aprile 1942. È il primo di tre figli. Dopo aver trascorso l'infanzia a Fantino, nell'arcidiocesi di Firenze, nel 1956 entra nel seminario arcivescovile. Il 29 giugno 1966 viene ordinato sacerdote nel duomo di Santa Maria del Fiore dal cardinale Ermenegildo Florit. Inviato vice-parroco a San Salvi, nel 1968 è chiamato in seminario come assistente al Minore e responsabile della pastorale vocazionale. Nel 1972 viene nominato rettore del Seminario Minore. Nel 1979 il cardinale Giovanni Benelli gli affida l'incarico di rettore del Seminario Maggiore a soli 37 anni. Nel 1990 il cardinale Silvano Piovanelli lo nomina suo pro-vicario e nel 1992 lo chiama a diventare vicario generale dell'arcidiocesi di Firenze. Il 3 luglio 1994 Giovanni Paolo II lo elegge vescovo di Massa Marittima-Piombino. Viene ordinato vescovo l'8 settembre dal cardinale Piovanelli nella basilica di San Lorenzo a Firenze e dieci giorni più tardi fa il suo ingresso nella diocesi a lui affidata. Il 21 novembre 1998 viene eletto vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro dove fa il suo ingresso il 6 febbraio 1999, inizio della novena della Madonna del Conforto.

Da Marradi alla nostra diocesi passando per la Chiesa fiorentina.
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento