Firenze

L'Osservatore Toscano - Settimanale della Diocesi di Firenze
Redazione: Via dei Pucci, 2 50122 Firenze
Tel.055/277661 Fax. 055/2776624 - firenze@toscanaoggi.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

Pensando alle chiese di Firenze nei giorni dell’Alluvione del ’66 vengono in mente i gravi danni che l’acqua e il fango provocarono a edifici e opere d’arte. Ma il ruolo delle parrocchie fu ben più importante: in molti casi diventarono centri di raccolta e smistamento di beni di prima necessità, luoghi di raccordo per i volontari arrivati a dare una mano.

Un padre e un fratello per tutti, «Un prete buono, povero e umile, mite e dolce, con il desiderio di compiere sempre la volontà divina, uomo di misericordia, promotore di comunione e di pace». Così il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, ha ricordato il cardinale Silvano Piovanelli durante i funerali celebrati stasera nella cattedrale di Santa Maria del Fiore.

Le esequie del card. Silvano Piovanelli, martedì 12 luglio, alle ore 18, nella Cattedrale di Cattedrale di Santa Maria del Fiore, a Firenze, saranno trasmesse in diretta streaming sul sito di Toscana Oggi e in diretta televisiva su TvPrato e su Tsd di Arezzo. Saranno presiedute dal card. Giuseppe Betori e concelebrate dai vescovi toscani. Il card. Piovanelli sarà poi sepolto nel sepolcro dei vescovi fiorentini nella cripta di San Zanobi in Cattedrale.

«La morte del cardinale Silvano Piovanelli rattrista la Chiesa di Prato, siamo vicini all’arcidiocesi di Firenze ed esprimiamo al cardinale arcivescovo Giuseppe Betori il nostro cordoglio». Sono le parole del vescovo di Prato, monsignor Franco Agostinelli, alla notizia della scomparsa del card. Piovanelli, 92 anni, arcivescovo di Firenze dal 1983 al 2001.

E' morto stanotte al Convitto ecclesiastico di Firenze, dove era ricoverato da alcuni mesi, il cardinale Silvano Piovanelli, per quasi vent'anni (dal 1983 al 2001) arcivescovo di Firenze. Aveva compiuto a febbraio 92 anni. Da oggi pomeriggio sarà aperta la camera ardente nella chiesa di san Salvatore in arcivescovado. I funerali martedì 12 luglio alle 18. Il ricordo del card. Betori.

La gioia dei pellegrini fiorentini che questa mattina hanno partecipato all'udienza di Papa Francesco è tutta nel sorriso del piccolo Cosimo, della parrocchia di San Giovanni evangelista a Empoli, che ha coronato il suo sogno : ha regalato al Papa la bomboniera della sua Comunione e un sacchetto di cioccolatini, che aveva portato apposta: «Volevo dare al papa la cosa più buona che c'è», spiega. Papa Francesco lo ha ricambiato con un sorriso e un abbraccio.

Anche in questa prima parte del 2016, sono state tantissime le richieste di aiuto che sono giunte al Centro Missionario Medicinali. E’ soltanto grazie ai fondi ricevuti, sia dalla Diocesi di Firenze (8 per mille della Chiesa Cattolica) che dal Progetto Agata Smeralda Onlus, che l’Associazione ha potuto far fronte alle numerose emergenze, con l’acquisto e l’invio di farmaci specifici per le malattie tropicali e di altri medicinali difficilmente reperibili dalla raccolta farmaci in atto sul territorio della Provincia di Firenze.

Data l’importanza che sta assumendo il referendum sulla legge di modifica costituzionale recentissimamente approvata, la Consulta diocesana delle aggregazioni laicali, il Forum toscano delle Associazioni per i diritti della Famiglia, l’Azione Cattolica fiorentina e l’Unione dei Giuristi cattolici propongono un momento di approfondimento per coinvolgere associazioni, movimenti e tutte le persone interessate.

«Sono molto lieto di condividere con voi questo giorno di festa. Quindici anni fa aveste la gioia della consacrazione della chiesa della Pentecoste, luogo in cui la comunità locale si riunisce per celebrare le lodi al Signore e rendergli grazie in particolare mediante il Sacrificio della Santa Messa. Quest’oggi il complesso parrocchiale si arricchisce aprendo un nuovo spazio per vivere ancora di più una Chiesa “in uscita” attraverso gesti di comunione, carità e testimonianza». Con queste parole il cardinale Giuseppe Betori ha rivolto ai ripolesi il suo augurio alla Messa nella chiesa della Pentecoste celebrata giovedì 2 giugno in occasione dell’inaugurazione della piazza dedicata a San Francesco e dell’adiacente locale polivalente (con bar/ristorante) a disposizione della comunità di Bagno a Ripoli e delle associazioni del territorio.

«Una prospettiva tipicamente balducciana», quella che, di fronte alle sfide proposte dalla storia, considera la «dimensione di medio-lungo periodo, volta alla costruzione di un mondo più giusto, pacificato, fraterno». Lo ha affermato il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, intervenendo al convegno su «Immigrazione, seconde generazioni, diritti. Problemi e prospettive», svoltosi ieri a Palazzo Vecchio, promosso dalla Fondazione Ernesto Balducci.

"Fate fare a Firenze una bella figura, non tanto nel risultato, ma nel modo e nel comportamento che terrete in gioco!" Queste sono le parole che il Cardinal Betori ha rivolto alla squadra vincitrice della fase provinciale della Junior Tim Cup (campionato di calcio a 7 under 14 tra Oratori, organizzato dal CSI), la Comunità Giovanile S. Michele, che si è qualificata per le finali nazionali.