Firenze

L'Osservatore Toscano - Settimanale della Diocesi di Firenze
Redazione: Via dei Pucci, 2 50122 Firenze
Tel.055/277661 Fax. 055/2776624 - firenze@toscanaoggi.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

Firenze si prepara alla festa di San Giovanni Battista: per rendere omaggio al patrono, domenica 24 giugno, sarà celebrata la Messa alle 10,30 in Cattedrale. Nell’occasione sarà riproposta anche, nell’ambito della rassegna «O Flos Colende», la collaborazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, coinvolgendo il Coro delle Voci Bianche del Maggio Musicale Fiorentino diretto la Lorenzo Fratini, la Cappella Musicale e i Pueri Cantores di Santa Maria del Fiore diretti da Michele Manganelli.

Saranno un centinaio: dal 2 al 9 agosto percorreranno il territorio diocesano, da Firenzuola a Castelfiorentino, incontrando storie di santità e di carità.
Tra le tappe previste ci sono le pievi del Mugello, Barbiana, Firenze, il santuario mariano dell’Impruneta, Certaldo. I giovani potranno conoscere testimoni della fede come la Beata Bettina di Campi, Santa Maria Maddalena dei Pazzi, Giorgio La Pira, Santa Verdiana ma anche realtà di servizio come la Comunità Papa Giovanni XXIII, la Caritas, il Cottolengo, l’associazione Maria Cristina Ogier. Il 10 agosto il trasferimento a Pistoia per la festa regionale dei giovani, quindi a Roma per partecipare insieme ai giovani di tutta Italia alla veglia di sabato 11 agosto con Papa Francesco.

Firenze si prepara alla festa di San Giovanni Battista: per rendere omaggio al patrono, domenica 24 giugno, sarà celebrata la Messa alle 10,30 in Cattedrale.
Nell’occasione sarà riproposta anche, nell’ambito della rassegna «O Flos Colende», la collaborazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, coinvolgendo il Coro delle Voci Bianche del Maggio Musicale Fiorentino diretto la Lorenzo Fratini, la Cappella Musicale e i Pueri Cantores di Santa Maria del Fiore diretti da Michele Manganelli.

La parrocchia di San Romolo a Bivigliano ha inviato a tutte le famiglie il programma degli eventi della Festa del Patrono, San Romolo, che quest’anno cade l’8 luglio ma che inizierà con un certo anticipo con una serie di incontri di riflessione che prenderanno il via questa sera.

Da Firenze al Mugello, da Sesto a San Mauro a Signa: sono tante le proposte che le parrocchie della Diocesi di Firenze fanno a bambini e ragazzi, in questi giorni, per offrire dopo la chiusura della scuola un tempo di gioco e di amicizia, ma anche di educazione e di crescita. Un modo per «mettere in gioco» anche i ragazzi più grandi, nella veste di animatori: in alcune parrocchie vengono coinvolti anche gli studenti attraverso le convenzioni per l’alternanza scuola-lavoro.

L’assemblea del clero di metà giugno (quest’anno all’eremo di Lecceto, nel trentennale della casa di spiritualità) è l’occasione per l’annuncio di nomine e trasfermenti dei sacerdoti. I nuovi incarichi entreranno comunque in vigore dopo l’estate, con l’inizio del nuovo anno pastorale. Pubblichiamo la relazione del cardinale Betori, con tutti i cambiamenti che riguardano le parrocchie.

«L’insistenza sulla dimensione corporea della persona, così cara al Figlio di Dio, che per venire tra noi prende un corpo e che per restare tra noi si offre nel corpo e sangue sacramentale nella fisicità del pane e del vino, rischia di non trovare adeguata comprensione nella nostra cultura». Lo ha detto l’arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori, nella messa del Corpus Domini che ha celebrato ieri sera in cattedrale.

Sabato 2 giugno l’Opera Madonnina del Grappa ricorda l’anniversario della morte del «Padre», don Giulio Facibeni. Alle 9,30 viene celebrata la Messa nella cappella dell’Opera, a Rifredi. Sabato 9 giugno ci sarà la consueta «Giornata del Ricordo»: quest’anno sarà sottolineato, in modo particolare, il legame di affetto che lega tutta la grande famiglia dell’Opera a don Corso Guicciardini in occasione del suo novantaquattresimo compleanno.

A 40 anni dall’approvazione della legge 194 (22 maggio 1978) con la quale veniva legalizzato l’aborto in Italia, il Movimento per la Vita ricorda questo evento con un’iniziativa volta a far conoscere il grande impegno dei Centri di Aiuto alla Vita, 60 sparsi in tutta Italia, che in questi ultimi 40 anni hanno salvato quasi 200.000 bambini, accogliendo ed accompagnando le loro mamme nel momento di una difficile, e spesso molto sofferta, decisione.

Dopo il primo incontro, lo scorso 19 aprile, che ha visto una bella partecipazione, prosegue il percorso «Al timone della barca di Pietro», per conoscere e approfondire il magistero di Papa Francesco. Nel secondo appuntamento (venerdì 18 maggio alle 17,30 nella sede del Progetto Agata Smeralda in via San Gallo 115 a Firenze) si parla di Papa Francesco e i bambini.

Nel giorno di domenica 20 maggio, Solennità di Pentecoste, alle ore 17 nella Basilica di San Marco, in Piazza San Marco a Firenze, sette comunità cristiane fiorentine si troveranno insieme a pregare: la Chiesa Ortodossa Greca, la Chiesa Apostolica Italiana, la Chiesa Battista, la Chiesa Avventista, la Chiesa Valdese, la chiesa Anglicana, la chiesa Cattolica. Ascolteranno insieme alcune delle Scritture tipiche del giorno e proporranno, gli uni agli altri, preghiere focalizzate sullo Spirito caratteristiche delle loro tradizioni ecclesiali.