Firenze

L'Osservatore Toscano - Settimanale della Diocesi di Firenze
Redazione: Via dei Pucci, 2 50122 Firenze
Tel.055/277661 Fax. 055/2776624 - firenze@toscanaoggi.it

Vuoi leggere la rivista online? Visita la nostra Area abbonati (accessibile ai soli abbonati)

«La vera carità verso i poveri è un cammino di conversione, un farci poveri che cambia la nostra vita». Lo ha affermato il Cardinale Giuseppe Betori nella Messa celebrata questa mattina in occasione della Giornata del povero indetta da Papa Francesco. Betori ha presieduto la "Messa di San Procolo", alla Badia Fiorentina, quindi ha pranzato alla mensa Caritas in piazza Santissima Annunziata.

Si svolge domenica 19 novembre, la prima Giornata Mondiale del povero, istituita da Papa Francesco al termine del Giubileo della Misericordia, affinchè «in tutto il mondo le comunità cristiane diventino sempre più e meglio segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi e i più bisognosi». Il tema proposto è «Non amiamo a parole ma con i fatti», che riprende tutto l’apostolato del Santo Padre.

Si svolge domenica 19 novembre, la prima Giornata Mondiale del povero, istituita da Papa Francesco al termine del Giubileo della Misericordia, affinchè «in tutto il mondo le comunità cristiane diventino sempre più e meglio segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi e i più bisognosi». Il tema proposto è «Non amiamo a parole ma con i fatti», che riprende tutto l’apostolato del Santo Padre.

Il cammino di preparazione al matrimonio, il giorno delle nozze... e poi? È nato da questo interrogativo di fondo e dall’amicizia di alcune coppie l’idea di un percorso per chi si trova a vivere i primi passi del cammino da sposi, tra le gioie e le fatiche dei nuovi ritmi quotidiani.

È in corso, a Firenze, la missione dei giovani #liberiperamare. Quartier generale e sede dei principali appuntamenti, aperti a tutti i giovani della Diocesi, è la chiesa di San Donato in Polverosa, sede della cappellania universitaria. Anche in questo modo la nostra Diocesi si prepara al prossimo Sinodo dei Vescovi, che si celebrerà nel 2018 sul tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale».

Sul nostro sito ospitiamo il «Diario» con cui i giovani impegnati nella missione raccontano, giorno per giorno, la loro esperienza.

Alla Certosa del Galluzzo arriva la Comunità di San Leolino: i monaci Cistercensi hanno lasciato, dopo sessant’anni di presenza, lo storico edificio e la Comunità (che manterrà comunque la sua sede a Panzano in Chianti) ha accolto la proposta del cardinale Betori per assicurare una presenza religiosa e l'animazione spirituale e culturale,

«Che bello che i giovani siano "viandanti della fede", felici di portare Gesù in ogni strada, in ogni piazza, in ogni angolo della terra!» Queste parole di Papa Francesco sono un ottimo incoraggiamento per la cinquantina di giovani che si apprestano a vivere la Missione Giovani #liberiperamare nel vicariato di Porta al Prato, in diocesi di Firenze, dal primo al 12 novembre.

Fratelli e sorelle carissimi, colgo l’occasione, in questi giorni in cui celebriamo il ricordo dei santi e dei fedeli defunti, di esprimervi la mia vicinanza nella preghiera. Molti di voi faranno memoria dei propri cari, partecipando alle Messe nelle parrocchie e visitando i cimiteri». Inizia così la lettera del cardinale Giuseppe Betori alla diocesi, che in questi giorni viene consegnata nelle parrocchie. Una riflessione sulla morte, sulla resurrezione, sui riti attraverso cui la Chiesa eprime la sua fede.

È sempre un appuntamento molto partecipato quello della Messa per le scuole cattoliche, organizzata anche quest’anno dalle associazioni Agesc (Associazione Genitori scuole cattoliche), Fism (Federazione italiana scuole materne), Fidae (Federazione istituti di attivita educative) e dall’ufficio diocesano di pastorale scolastica.
La celebrazione, presieduta dal Cardinal Betori, si è svolta giovedì scorso nella basilica di San Lorenzo.

Giovedì 26 ottobre, presso il Seminario arcivescovile fiorentino, alle ore 10.30 riprenderanno gli incontri che ogni anno organizza l'Arcidiocesi di Firenze: quest'anno aprirà il ciclo di appuntamenti il filosofo Fabrice Hadjadj. Come sempre, l'incontro è rivolto a presbiteri, diaconi, religiosi ma aperto anche ai laici interessati e impegnati in un cammino di fede personale.

«Cercare Cristo nelle periferie del campo del mondo, con il coraggio di una Chiesa in uscita, sulle tracce della presenza del suo Signore nella storia»: è l'invito che l’arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, ha lanciato presiedendo nella cattedrale di Santa Maria del Fiore la celebrazione eucaristica che ha aperto la prima del Cammino sinodale diocesano sulla “Evangelii gaudium” di Papa Francesco