Firenze
stampa

Il Cammino sinodale della Chiesa fiorentina: da settembre le assemblee di zona

Il Cammino sinodale della Chiesa fiorentina su «Evangelii gaudium» indetto dal cardinale Betori ripartirà, dopo l’estate, con una serie di assemblee che coivolgeranno tutto il territorio diocesano, diviso in sei zone nelle quali sono stati raggruppati i 18 vicariati.

Percorsi: Diocesi di Firenze
Il Cammino sinodale della Chiesa fiorentina: da settembre le assemblee di zona

Quali sono gli snodi e le problematiche, a livello ecclesiale e sociale, più rilevanti per la missione della Chiesa oggi? E quali sono le esperienze che potrebbero essere additate quali punto di riferimento per l’intera comunità diocesana?
Saranno queste le due domande intorno a cui verterà la riflessione che tutta la diocesi è chiamata a condividere durante le assemble di zona del Cammino sinodale della Chiesa fiorentina. Il percorso su «Evangelii gaudium» indetto dal cardinale Betori infatti ripartirà, dopo l’estate, con una serie di assemblee che coivolgeranno tutto il territorio diocesano, diviso in sei zone nelle quali sono stati raggruppati i 18 vicariati.
Alle assemblee possono partecipare tutti i fedeli che in questi mesi hanno fatto esperienza del Cammino Sinodale, accompagnati dai propri parroci: l’invito poi è rivolto in modo particolare agli operatori della liturgia, della catechesi, della carità, ai membri dei Consigli pastorali.
Le assemblee si svolgeranno tutte di sabato, secondo lo stesso schema: alle 17,30 la preghiera iniziale, seguita dalla divisione secondo il metodo sinodale dei «tavoli» in cui si rifletterà sulle due domande. Dopo la pausa per una cena condivisa, alle 21 l’assemblea riprenderà con la presenza dell’Arcivescovo, riportando quanto emerso dai «tavoli».
A coordinare i lavori saranno i referenti vicariali del Comitato Sinodale, d’intesa con i Vicari Foranei. Gli «animatori» del Cammino sinodale hanno fatto sabato scorso una riunione in cui hanno «sperimentato» il metodo di lavoro, preparandosi a fare servizio durante le assemblee.
Le motivazioni di queste assemblee le spiega il Vicario generale, mons. Andrea Bellandi, in una lettera inviata nei giorni scorsi a tutti i parroci: «Dopo circa un anno dall’apertura ufficiale del Cammino sinodale pensiamo sia opportuno iniziare, da una parte, a tracciare un primo bilancio di quanto si è messo in moto in questi mesi, dall’altra aiutarci - laddove per varie ragioni si sia rimasti un po’ indietro oppure sussistano delle perplessità sulla natura del lavoro richiesto - a rilanciare una proposta per un vero processo di conversione della nostra Chiesa, magari chiedendo una mano ai referenti e agli animatori dei diversi vicariati, oppure anche ispirandosi ad iniziative intraprese da parrocchie vicine».
L’avvio delle assemblee di zona si intreccerà con il tradizionale «mandato» agli operatori pastorali, che si terrà domenica 23 settembre in Cattedrale, e che sarà quindi anche il momento per riprendere solennemente il Cammino sinodale.

Il programma
Ecco il calendario delle sei assemblee del Cammino sinodale. Restano ancora da stabilire le sedi.
Sabato 22 settembre: vicariati di Sesto/Calenzano - Campi Bisenzio - Rifredi
Sabato 29 settembre: vicariati di Empoli/Montelupo-Valdelsa F.na-Le Signe-S. Casciano / Tavarnelle / Montespertoli
Sabato 6 ottobre: vicariati di Antella/Ripoli/Impruneta - Porta S. Frediano - Porta Romana
Sabato 13 ottobre: vicariati di Pontassieve - Porta alla Croce - S. Giovanni
Sabato 20 ottobre: vicariati di Mugello - Firenzuola
Sabato 27 ottobre: vicariati di Scandicci - Porta al Prato

Il Cammino sinodale della Chiesa fiorentina: da settembre le assemblee di zona
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento