Lucca
stampa

I danni della tempesta di vento in provincia di Lucca

Una vittima e almeno una decina di feriti in tutta la Provincia di Lucca. Questo è il momentaneo bollettino della tempesta di vento che si è abbattuta nella notte tra mercoledì 4 e giovedì 5 con raffiche ben oltre i 100 Km orari. Raffiche che però, seppur in modo molto attenuato, continuano tuttora nel primo pomeriggio. Le autorità consigliano di uscire dalle abitazioni solo se strettamente necessario e comunque di evitare parchi pubblici.

Percorsi: Lucca - Maltempo
I danni della tempesta di vento in provincia di Lucca

Censire gli alberi abbattuti risulta impossibile. Come anche riuscire a quantificare i danni ad abitazioni private e ad edifici pubblici. Nelle prossime ore, se non nei prossimi giorni, potrà esserci una stima precisa di quanto accaduto. Al momento, poi, con il vento ancora forte, non possono iniziare i necessari lavori sui tetti di molti edifici e c’è preoccupazione per alcune piante ancora pericolanti. Inoltre in molte zone della Piana di Lucca manca ancora l’energia elettrica, con gravi conseguenze anche per il riscaldamento delle abitazioni. La protezione civile, la polizia municipale, i vigili del fuoco e tutti i tecnici dei comuni sono al lavoro da ore per sgomberare strade e mettere, per quanto possibile, in sicurezza alcuni edifici. Gli uomini di Enel avranno da lavorare ancora per molto. Facciamo il punto al primo pomeriggio di giovedì 5 marzo, nella provincia di Lucca, per quanto possibile, considerato il veloce evolversi della situazione.

Piana di Lucca
Varie le abitazioni private con danni. Il tutto si è maggiormente concentrato sulle seguenti località: Ponte a Moriano in particolare e tutto il morianese per quanto riguarda il Comune di Lucca; per quanto riguarda il Comune di Capannori: Marlia, Lammari Segromigno in Piano e Segromigno in Monte, San Colombano, Camigliano e per quanto riguarda le zone collinari, Matraia, Valgiano, Petrognano e  S.Andrea in Caprile. Da registrare che la palestra della scuola elementare di Ponte a Moriano è stata scoperchiata, e la caduta del tetto ha ferito un’insegnante e una bidella. Stessa sorte per una scuola di Segromigno, con tetto volato via. Danni ingenti anche ad abitazioni vicine alla Villa Reale di Marlia, per la quale si temono danni allo storico parco. Accertati invece i danni ai pini di altra storica abitazione Villa Torregiani. Viabilità interrotta in molte zone collinari. Abbiamo avuto notizia di un albero caduto sulla chiesa di San Cassiano di Moriano, sono in corso verifiche (notizia confermata, l'albero si è appoggiato sul lato della canonica). La via Lodovica è chiusa tra Ponte a Moriano e Borgo a Mozzano.
L’Asl2 comunica inoltre che le attività del poliambulatorio della Casa della Salute di Marlia è momentaneamente sospesa per motivi di sicurezza. Le forti raffiche di vento di queste ore hanno infatti fatto cadere o spostato molte tegole del tetto della struttura, hanno abbattuto alcuni alberi e gazebo presenti nel parco e hanno originato temporanee interruzioni elettriche.

 

Mediavalle e Garfagnana
Qui si deve registrare una vittima: nel comune di Borgo a Mozzano (loc. Rivangaio) un uomo, Sauro Tortelli, 41 anni, è rimasto ucciso nella sua auto da un masso che si è staccato da un'altezza di 15 metri e dopo aver superato la rete para massi, si è abbattuto sulla strada colpendo l'autovettura. L'uomo è deceduto sul colpo, mentre la donna che era in auto con lui è rimasta illesa anche se in stato di choc. Tuttavia anche in queste zone numerosi sono gli alberi abbattuti e i tetti danneggiati. Particolarmente gravi le situazioni di alcune abitazioni e della viabilità nei comuni di Bagni di Lucca, Coreglia Antelminelli e Barga. Anche nei dintorni di Castelnuovo Garfagnana ci sono danni e la viabilità, a causa di piante cadute sulla carreggiata, è interrotta in zona Ponte di Campia.

 

Versilia
Devastata la costa. In particolare le pinete di tutta la Versilia hanno subito danni incalcolabili con cadute di decine e decine di pini. Nel bollettino vi sono almeno tre feriti lievi per caduta di rami e alberi sulle macchine. Tutti i comuni sono coinvolti, anche se Viareggio e Massarosa al momento sembra lo siano in misura minore anche se comunque grave. Le situazioni più critiche sono nei comuni di Forte dei Marmi, Pietrasanta, Seravezza, Camaiore e Stazzema (con gravi danni anche nei centri storici, a Camaiore è crollata la cuspide del campanile della chiesa di S. Croce). Interrotta la linea ferroviaria Pisa-La Spezia in entrambe le direzioni. Aurelia interrotta all’altezza dell’Ospedale unico della Versilia a causa di caduta alberi. Molte le abitazioni estive ora vuote ma fortemente danneggiate: i proprietari magari ancora non sono a conoscenza del danno avuto.

I danni della tempesta di vento in provincia di Lucca
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento