Lucca
stampa

Lucca alla scoperta della "Generazione Z", adolescenti da valorizzare. La dodicesima edizione degli "Incontri in San Martino"

Tornano gli «Incontri in San Martino», le serate culturali che la Diocesi offre alla città di Lucca. Quest'anno sono dedicati alla «Generazione Z», gli adolescenti cresciuti nel nuovo millennio. Non saranno tre incontri per denunciare quello che non va, ma per scoprire e valorizzare una generazione piena di risorse.

Programma

I recenti fatti avvenuti all’Itc Carrara di Lucca, dimostrano quanto sia importante interrogarsi sugli adolescenti di oggi, sulla cosiddetta «Generazione Z», la prima a crescere fin dall’infanzia nel nuovo millennio: gli «Z» sono i primi veri nativi digitali ma anche quelli che hanno dovuto affrontare la crisi economica nel momento in cui si sono ppena appena affacciati al mondo del lavoro. Però, la direzione in cui vogliono andare i tre «Incontri in San Martino» di questa dodicesima edizione non è quella del denunciarle mancanze degli adolescenti, bensì il riconoscere e valorizzare le loro risorse che emergono anche in questo contesto nuovo in cui sono nati e cresciuti.

È il terzo anno in cui gli incontri culturali che la Diocesi offre a tutta la città affrontano il tema dei giovani. Nel 2016 con l’edizione «A modo mio», poi proseguito nel 2017 sul tema della «Fragilità». Quest’anno, infine, porteranno alla scoperta della «Generazione Z». Un’attenzione così costante al mondo giovanile è stata suggerita dall’Arcivescovo Italo Castellani che incontrando adolescenti e giovani ha sempre intuito l’importanza dell’entrare in dialogo con loro, dell’accoglierli con positività e valorizzarli.

Gli incontri organizzati quest’anno sono proposti in collaborazione con l’Osservatorio Giovani dell’Istituto «Toniolo» che, tra l’altro, ha promosso una ricerca (con dati provenienti da scuole lucchesi) a livello nazionale sul mondo di questi adolescenti che poi è confluita in una pubblicazione «Generazione Z» («Generazione Z. Guardare il mondo con fiducia e speranza», Bignardi P., Marta E., Alfieri S., Ed.Vita e Pensiero aprile 2018).

Il primo incontro, venerdì 11 maggio, è intitolato «Guardare agli adolescenti con fiducia e speranza» e di fatto è rivolto più agli adulti perchè assumano un giudizio diverso, più accogliente. Interverrà la psicologa Sara Alfieri (Università Cattolica di Milano e membro Osservatorio Giovani del «Toniolo»).

Il secondo incontro, venerdì 18 maggio, è intitolato «Educare gli adolescenti», interverrà Paola Bignardi, Coordinatrice dell’osservatorio Giovani dell’Isituto Toniolo, che metterà in risalto l’approccio al mondo dell’educazione anche sul piano della famiglia.

Il terzo incontro infine, venerdì 25 maggio, «Scuola e sviluppo umano degli adolescenti», vedrà l’intervento del prof. Diego Mesa, professore di Sociologia della famiglia e dell’infanzia all’Università Cattolica di Milano e membro dell’Osservatorio Giovani del «Toniolo». Mesa metterà in risalto il ruolo della scuola nel cammino di sviluppo umano degli adolescenti.

Gli incontri si terranno nel Salone dell’Arcivescovato di Lucca alle ore 21.

Lucca alla scoperta della "Generazione Z", adolescenti da valorizzare. La dodicesima edizione degli "Incontri in San Martino"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento