Prato
stampa

Vaiano, comune e parrocchia per una mensa senza sprechi

Un punto di riferimento per tutti i poveri e gli indigenti della Vallata del Bisenzio, in cui poter trovare un pasto caldo e preparato nella mattinata: nasce nel vicolo Dante Alighieri di Vaiano - grazie allo sforzo dell’assessorato al sociale del Comune, della Caritas locale, dei Gruppi di volontariato vincenziano e della parrocchia - un progetto che prevede la distribuzione a tutti i bisognosi del territorio dei prodotti alimentari eccedenti dalla mensa scolastica della vicina scuola elementare «Lorenzo Bartolini».

Parole chiave: vaiano (1), parrocchia di vaiano (1), comune di vaiano (1), cibo (1), sprechi (2), mensa (3)
La piazza di Vaiano

Un punto di riferimento per tutti i poveri e gli indigenti della Vallata del Bisenzio, in cui poter trovare un pasto caldo e preparato nella mattinata: nasce nel vicolo Dante Alighieri di Vaiano - grazie allo sforzo dell’assessorato al sociale del Comune, della Caritas locale, dei Gruppi di volontariato vincenziano e della parrocchia - un progetto che prevede la distribuzione a tutti i bisognosi del territorio dei prodotti alimentari eccedenti dalla mensa scolastica della vicina scuola elementare «Lorenzo Bartolini».

L’iniziativa ha l’obiettivo di ridurre gli sprechi - visto che altrimenti gli avanzi della mensa scolastica, seppur perfettamente conservati, sarebbero buttati - e insieme di lottare contro la povertà, che con il difficile momento di crisi ha messo in difficoltà molte famiglie. Gli alimenti sono sicuri, integri e prodotti professionalmente dall’azienda Cir Food; attraverso il servizio delle volontarie della Caritas e dei Gruppi vincenziani vengono divisi e distribuiti alle persone che si recano nell’apposita stanza nel vicolo Alighieri, aperta dal lunedì al venerdì dalle 13,30 alle 15,30. «I volontari - spiega l’assessore al sociale del Comune di Vaiano, Aurora Castellani - si recano ogni giorno alle13,30 arecuperare i pasti che non sono stati consumati alla scuola elementare, li portano in questo locale e li distribuiscono». «Non si tratta di una mensa - precisa l’assessore Castellani - ma di un punto di distribuzione, con contenitori ermetici sigillati. La speranza, adesso, è quella di riuscire a recuperare anche il cibo dalle altre mense scolastiche del Comune, cosa che purtroppo per adesso non è possibile. Sono comunque molto contenta di questo progetto, uno dei migliori del mio mandato». E la soddisfazione dell’assessore si spiega anche perché il progetto ha avuto un’incubazione piuttosto lunga, soprattutto per riuscire a risolvere le consuete problematiche di tipo burocratico e sanitario; grazie all’aiuto del volontariato e della parrocchia, dallo scorso lunedì tutto questo è diventato realtà. «È un momento particolarmente difficile - sono le parole del parroco di Vaiano, don Carlo Bergamaschi - per questo cerchiamo di dare delle risposte utili. Chiaramente è un modo per aiutare i volontari a saper andare oltre le piccole necessità, ad avere uno sguardo più profondo rispetto alle problematiche emergenti. Questo è un intervento non risolutivo, ma comunque molto valido, che è stato realizzato grazie alla sinergia tra le varie istituzioni: speriamo di poter crescere sempre di più».

Un servizio che, visto il suo carattere quotidiano, ha bisogno di molti volontari: chi volesse collaborare può dare la propria disponibilità chiamando don Carlo alla parrocchia di Vaiano al numero 0574/989110; verrà inserito nel calendario dei turni per la preparazione delle confezioni da distribuire quotidianamente.

Vaiano, comune e parrocchia per una mensa senza sprechi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento