Appuntamenti
stampa

A teatro tra spettacoli di fine anno e fiabe per tutta la famiglia

Le Feste di Natale sono anche un’occasione per uscire e godersi magari una sera a teatro con amici o con la famiglia, per qualcuno, anzi per molti, per trascorrere l’ultimo dell’anno allegramente in compagnia di uno spettacolo dal vivo, brindando davanti a un palco in compagnia degli artisti. Alla Pergola di Firenze c’è Solfrizzi, al Verdi Ghini, il clan delle vedove al Cestello, a Pisa torna Benvenuti e a Livorno la fortuna si diverte

Percorsi: Teatro
Teatro

Sono molte le proposte che allietano queste giornate e qualche suggerimento proviamo a darvelo noi. Il cartellone più ricco è quello del capoluogo, Firenze, dove tutte le principali sale alternano proposte per spettatori di tutte le età. La Pergola da lunedì 28 dicembre, fino al 3 gennaio, ospiterà la scanzonata pochade di Georges Feydeau Sarto per signora, con il talento di Emilio Solfrizzi, diretto da Valerio Binasco. È la più classica commedia degli equivoci, dove il protagonista, preso in affitto un ex laboratorio sartoriale, come garconnière per i suoi incontri galanti, si ritroverà a dover gestire un incredibile viavai di amanti, mogli, amici in un susseguirsi di triangoli adulterini, colpi di scena e scambi di persona. Accanto a Solfrizzi, tra gli altri, Viviana Altieri e Anita Bartolucci. Il 31 dicembre lo spettacolo inizierà come le altre sere alle 20,45. Non è previsto il brindisi ma il bistrot del teatro resterà aperto a festeggiare il nuovo anno.

Per i più giovani invece dal 26 dicembre al 6 gennaio sempre la Pergola ospiterà la rassegna Un Natale da favola, con spettacoli mattutini e pomeridiani, laboratori e fiabe: dai «Ritagli» dell’artigiano Alessandro Libertini, che con carta e forbici creerà figure incantate da animare con le ombre, (27,30 dicembre, 3 gennaio ore 16,45) alle «Fiabe di Natale» del mattino (27-29 dicembre ore 10,45) e ancora «La strega Marzapane» e «Prezzemolina» prodotte dall’Accademia di Belle Arti di Firenze, rispettivamente il 2 gennaio e il 6 gennaio alle ore 10,45 e 15,45.

Ci spostiamo dunque al Teatro Verdi di Firenze dove domenica 27 dicembre alle 16,45 e 20,45 torna Paolo Ruffini con Io doppio, mentre da martedì 29 il testimone passa a Massimo Ghini, che debutta da regista, oltre che protagonista, nella commedia Un’ora di tranquillità di Florian Zeller. Anche qui fraintendimenti, risate e sorprese a non finire, alla ricerca di quell’ora di pace che il protagonista agogna, per ascoltare in solitudine un vecchio disco di vinile appena acquistato da un rigattiere … un intimo momento di relax dalle fatiche quotidiane … che ovviamente non ci sarà! Accanto a Ghini Galatea Ranzi e Massimo Ciavarro, alla sua prima volta sul palco ( www.teatroverdionline.it ). Il 31 brindisi in sala con la compagnia.

Di colpi di scena in colpi di scena approdiamo al Teatro di Cestello con il caustico ma delizioso Clan delle vedove, commedia in rosa e … nero del francese Beuvais Garcin, in programma fino al 10 gennaio. Complicità femminile, scoperte di amanti ed eredi postumi, illusioni e rimpianti in un crescendo di comicità ma anche di teneri momenti di amicizia, fino a un finale col botto. Protagoniste Elena Baistrocchi, Rita Iacone e Antonella Albanesi dirette da Marcello Ancillotti per Il Cenacolo dei Giovani. Brindisi di mezzanotte il 31 e cotillon. Per il pubblico dei ragazzi invece sempre sullo stesso palco nei pomeriggi del primo gennaio e del 2 e 6 arriva la favola de La bella e la Bestia nella lettura, con musiche originale e coreografie, di Angella Tozzi ( www.teatrocestello.it ).

Poetica la fine d’anno al Puccini, dove il 30 e 31 dicembre Gianni Ferreri, Daniela Morozzi e Lino Spadaro, diretti da Riccardo Sottili, racconteranno Il canto della regina - Melisai (le api), dove si immagina che l’uomo per assurdo si metta a vivere come le api, che fin dalla mitologia sono sempre state oggetto di metafore ed esempi per la società umana. Il 5 e 6 gennaio invece arrivare Il Mago di Oz nell’adattamento di Italo dall’orto ( www.teatropuccini.it ).

Al teatro di Rifredi dal 31 dicembre al 3 gennaio sono di scena gli spagnoli Yllana, maestri della clownerie e del teatro di figura, con Baciamo le mani irresistibile omaggio al cinema noir e ai film di gangster. Mezzanotte col botto! Alle Laudi il 31 dicembre, con repliche il 2, 3 e 6 gennaio, andrà in scena la farsa Un cappello di paglia di Firenze con Namastè teatro.

Lasciamo Firenze per la costa. Al teatro Verdi di Pisa l’anno nuovo sarà salutato da un vero e proprio cult, Benvenuti in casa Gori di e con Alessandro Benvenuti, che a mezzanotte brinderà con gli spettatori, insieme a tutti i protagonisti del suo esilarante monologo di Natale! Ai Quattro Mori di Livorno, che rinasce quest’anno come teatro, va in scena il 31 la brillante commedia La Fortuna si diverte di Athos Setti con Emanuele Barresi, anche alla regia. A mezzanotte brindisi, buffet e per proseguire la serata cabaret con comicità in salsa labronica! Alla Città del Teatro, Sala piccola di Cascina, a segnare il passaggio tra l’anno vecchio e il nuovo saranno Katia Beni e Anna Meacci con i loro esuberanti ed esilaranti Scoop al supermercato. A Casciana Terme, al Giuseppe Verdi, la notte del 31 terrà il palco la Banda Osiris con le sue Dolenti note mentre alle Sfide di Bientina Andrea Kaemmerle e la Folk Orchestra sarà protagonisti di Cabaret mistico. Si brinda ovunque.

Tornando in provincia di Firenze segnaliamo ancora il Musical Eddy liberamente ispirato al film «Edward mani di Forbice» per la regia di Andrea Bruno Savelli, al Teatro Dante di Campi Bisenzio (il 31 con brindisi e in replica il primo gennaio alle 18,45), e al Niccolini di San Casciano Arca Azzurra regalerà al pubblico Si gira, un Pirandello riletto da Stefano Massini che narra la bizzarra storia dell’operatore cinematografico Serafino Gubbio e dalla sua metamorfosi in una macchina da presa. Infine al Teatro del Popolo di Castelfiorentino a salutare l’anno vecchio e dare il benvenuto al nuovo sarà l’imprenditore Carl Carlo Pravettoni, ovvero Paolo Hendel nel satirico e attuale Come truffare il prossimo e vivere felici. Buone Feste a Teatro!

A teatro tra spettacoli di fine anno e fiabe per tutta la famiglia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento