Appuntamenti
stampa

Cosa c'è in Toscana (11-19 gennaio)

Sagre, rassegne, mercatini, fiere... ecco gli appuntamenti in Toscana nella settimana.

Parole chiave: sagre (189), rassegne (163), mercati (157), fiere (156)

Arezzo Classic Motor
La XVI edizione di Arezzo Classic Motor, che si svolge sabato 11 e domenica 12 gennaio presso il Polo Fieristico Arezzo Fiere e Congress, aprirà il calendario italiano delle manifestazioni dedicate alle mostre scambio. In particolare l’appuntamento aretino si concentra sullo scambio di veicoli da collezione: auto, moto e cicli d’epoca.

Mostra scambio di fumetti e dischi vintage
A Empoli (FI) sabato 11 e domenica 12 gennaio si tiene la 10° mostra mercato scambio di fumetti dischi e vintage. Con 35 espositori ci sarà da spaziare nel mondo degli eroi di carta di ogni epoca ma non mancheranno libri, cartoline, vecchie riviste come “Il corrierino dei piccoli” e tanto altro. Il reparto dei dischi sarà ricchissimo di occasioni e proposte: musica classica, pop, rock, soul, jazz in cd o in vecchi dischi in vinile.

Terra di Prato. Mercato dei produttori agricoli e del piccolo artigianato
Siamo quello che mangiamo e per avere un’alimentazione sana e di qualità bisogna conoscere i prodotti che si comprano. Terra di Prato è un’opportunità per acquistare direttamente da chi produce, senza passaggi intermedi, per nutrirsi con alimenti genuini e di stagione. Ogni edizione è un’occasione per scoprire e riscoprire, direttamente dagli agricoltori e da esperti, le proprietà e le caratteristiche di alcuni cibi, la stagionalità degli ortaggi e della frutta, nell’ottica di una riappropriazione delle tipicità locali e di quel sapere contadino da non dimenticare. Terra di Prato si tiene sabato 11 gennaio nel parcheggio scambiatore di via Pietro Nenni a Prato e sabato 18 gennaio in piazza del Mercato Nuovo, sempre a Prato.

La Soffitta in Piazza a Seano
La Soffitta in Piazza è il mercatino dell’usato e dell’artigianato che si tiene a Seano (PO) domenica 12 gennaio. Un appuntamento consueto che si pone come scopo principale quello di dare una seconda vita alle cose evitandone lo smaltimento, con grande soddisfazione di curiosi e ricercatori di anticaglie.

Fuoco di Sant’Antonio
Nella sera del 16 gennaio a Filattiera (MS) si celebra la festa di S.Antonio Abate. Come oramai da tradizione alle ore 18,00 dopo la funzione religiosa e la processione del Santo con il tocco della prima campana si procede con l’accessione dei falò disposti nei vari rioni comunali (Centro Storico, Dorbola e Volpino) che fanno a gara per realizzare la fiamma più alta. Nel centro storico, alla “Porta”, accanto al castello malaspiniano all’ingresso del borgo, i filattieresi si riuniscono per festeggiare goliardicamente il santo, tutti intorno al fuoco con la brace rimasta a cuocere salsicce e costine con canti e balli in compagnia di buon vino. Il 17 gennaio la liturgia cristiana ricorda il santo vissuto ad Alessandria d'Egitto, conosciuto sia come taumaturgo che come protettore degli animali. L’iconografia tradizionale ce lo rappresenta con due elementi inscindibili: il fuoco e un maiale. Nelle allegorie del passato il diavolo veniva spesso incarnato nel porco simbolo d’impurità, e l’iconografia popolare, dove il Santo trascinava un maialino con una campanella al collo finì per farlo identificare come il protettore degli animali domestici. S. Antonio fu presto invocato in Occidente anche come patrono dei macellai e salumai, dei contadini e degli allevatori che ogni anno si ritrovano per la benedizione degli animali. Secondo una leggenda la notte del 16 gennaio gli animali acquisiscono la facoltà di parlare. Durante questo evento i contadini si tenevano lontani dalle stalle, perché udire gli animali conversare era segno di cattivo auspicio. Tutt’oggi i contadini prendono un tizzone ardente e lo pongono nelle stalle a protezione del bestiame. S. Antonio era invocato anche quale patrono del focolare, e il suo intervento era richiesto contro quegli herpes dolorosissimi, chiamati tutt’ora “fuoco di Sant’Antonio”. Nel medioevo si usava spalmare sulle parti del corpo interessate dall'herpes zoster un impasto fatto dal lardo di maiale. “L’Epifania tutte le feste porta via, Sant’Antonio le riavvia” il detto popolare ricorda che la ricorrenza del santo coincide con l’inizio del carnevale.

Militoscana... ai piedi della Linea Gotica
“Militoscana... ai piedi della Linea Gotica” oltre ad essere la classica mostra scambio di militaria dove è possibile trovare in vendita anche materiale originale risalente principalmente alle due guerre, comprende altri eventi collaterali come i convegni in collaborazione con i più noti storici ed a cui il pubblico della manifestazione può partecipare liberamente. Appuntamento ad Empoli (FI) sabato 18 e domenica 19 gennaio. Oltre 60 gli espositori presenti e provenienti anche dall’estero che proporranno una vasta scelta di materiale da collezione: elmetti, divise, buffetterie, decorazioni, equipaggiamento, editoria specializzata, ricambi per jeep e tanto altro ancora. La manifestazione si tiene nei locali rinnovati del Palazzo delle Esposizioni di Empoli (1.500 mq. riscaldati, al chiuso) in posizione centrale e con parcheggi gratuiti adiacenti. La manifestazione è organizzata in collaborazione al Museo Storico della Liberazione di San Miniato.

Viareggio Sposi 2014
Viareggio Sposi è una preziosa occasione per i futuri sposi per organizzare la propria cerimonia di nozze passando una piacevole giornata, ammirando i raffinatissimi stand in armonia con le bellissime sale del Versilia Centro Congressi. Il programma, a Viareggio (LU) sabato 18 e domenica 19 gennaio, prevede momenti dedicati al look della sposa e alla dolcissima arte della realizzazione delle torte nuziali attraverso corsi e conferenze curate dalla cake designer Tia Cake. Ingresso libero.

Mercatino biologico
A Quarrata (PT) domenica 19 gennaio si svolge il Mercatino biologico. Una vera e propria festa dove fare la spesa biologica insieme a tutta la famiglia. Un appuntamento che si rinnova presso il Parco Verde di Olmi. Presenti castagne, clementine, limoni, arance, pompelmi, kiwi e tanti altri prodotti biologici.

Antica Fiera di S. Antonio
Poggio a Caiano (PO) celebra la tradizione dell’Antica Fiera di S. Antonio domenica 19 gennaio. Riscoperta dal 1997 dopo un’interruzione di circa cinquant’anni, l’Antica Fiera di Poggio a Caiano consiste in una rievocazione dei costumi e delle tradizioni rurali. L’evento è dedicato a Sant’Antonio Abate: protettore degli animali, dei raccolti che custodisce dalle tempeste e delle case dei contadini che preserva dagli incendi.

Cosa c'è in Toscana (11-19 gennaio)
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento