Appuntamenti
stampa

Cosa c'è in Toscana (28 marzo-5 aprile)

Fiere, sagre, mostre, mercatini ecco cosa c'è in Toscana in questo periodo.

Parole chiave: sagre (190), mercati (158), fiere (157), rassegne (164), mostre (171)

Mostra Mercato del Tartufo Marzuolo
Sabato 28 e domenica 29 marzo a Volterra (PI) si terrà la 6° edizione della Mostra Mercato del Tartufo Marzuolo. Sarà un finesettimana all’insegna di questo gustoso prodotto della terra: sotto le Logge di Palazzo Pretorio i visitatori potranno degustare il tartufo marzuolo e gli altri prodotti tipici della zona, tra i quali ricordiamo formaggi, olio, vino, salumi dolci e cioccolato. Gli assaggi saranno aperti al pubblico e proporranno la cucina tradizionale e le tradizioni contadine di un tempo. L’evento gastronomico esalterà le qualità del tartufo marzuolo, molto diffuso nei boschi pisani, con varie iniziative. Grazie a Il Sapere dei Sapori, ciclo di incontri gratuiti, sarà possibile ampliare la propria conoscenza in merito al connubio “vino-tartufo” nell’area volterrana. Nella giornata di domenica, inoltre, si terrà il Mercatino delle Filiera Corta in via Gramsci, dedicato alle specialità agroalimentari a Km. 0. Nel corso della manifestazione, poi, si potrà visitare il borgo di Volterra e le sue meraviglie storiche.

Festa del Ciambellino e del Vin Santo
A Foiano della Chiana (AR) domenica 29 marzo si svolge la Festa del Ciambellino e del Vin Santo col Mercato storico rinascimentale. Un appuntamento ricorrente in occasione della Domenica delle Palme. Possibilità di degustare i ciambellini tipici, il vin santo e la Zuppa Inglese.

Antiquariato, Arte, Artigianato
Dal 3 al 6 aprile a Pitigliano (GR) si terrà la 19° mostra mercato Antiquariato, Arte, Artigianato. Decine di bancarelle esporranno oggetti d’epoca e manufatti locali in una location d’eccezione: gli ex granai della Fortezza Orsini.

Fiera Antiquaria
La Fiera Antiquaria di Arezzo torna sabato 4 e domenica 5 aprile con oltre 500 espositori. Nel centro storico alto e in Piazza Grande si potranno trovare mobili, ceramiche, porcellane, gioielli, vetri, stoffe, orologi, sculture, dipinti, oggetti in ferro o rame, nonché ninnoli e curiosità tra le più svariate. Accanto ai banchi della Fiera i negozi di antiquariato di Arezzo espongono pezzi selezionati di grande pregio e propongono più accentuate specializzazioni per collezionisti ed intenditori: mobili e suppellettili, quadri, dipinti d'ogni epoca, e poi gioielli, orologi argenti, libri e stampe antiche, modernariato, strumenti scientifici, radio e grammofoni, strumenti musicali, giocattoli.

I Giochi di Carnasciale
Da sabato 4 a lunedì 6 aprile a Firenze sarà protagonista la storia con I Giochi di Carnasciale. Per tre giorni il Parco delle Cascine farà un tuffo nel passato e mostrerà momenti di vita quotidiana del Medioevo e del Rinascimento. Protagonisti assoluti saranno i gruppi storici fiorentini e provenienti da altre città toscane. Il programma dei Giochi di Carnasciale sarà ricco di eventi. Tutto il giorno si alterneranno esibizioni di sbandieratori, tornei di giochi antichi e momenti di divertimento che coinvolgeranno il pubblico. Senza dimenticare la buona tavola e le tradizioni gastronomiche dei secoli passati: è previsto, infatti, un servizio di ristorazione attivo dalla mattina alla sera.

Fiera Val d’Elsa
Lunedì 6 aprile a Casole Val d’Elsa (SI) si svolgerà la Fiera Val d’Elsa. Nel giorno di Pasquetta la località toscana ospiterà una serie di bancarelle dedicate all’oggettistica e alle specialità gastronomiche del luogo. Gli espositori proporranno oggetti d’antiquariato e artigianato locale, mentre gli stand gastronomici saranno ricchi di prodotti tipici della zona. Nel corso della giornata ci saranno i giochi gonfiabili dedicati ai più piccoli e gli spettacoli d’animazione per le strade della città. La Fiera Val d’Elsa è un evento organizzato dall’Associazione Mercanti in Piazza, ente che promuove il territorio locale e le tradizioni di un tempo.

Mercatino delle cose del passato
La fiera annuale di oggetti d’antiquariato che si tiene a piazza Matteotti a Greve in Chianti (FI) il lunedì di Pasqua è ora una delle migliori fiere per collezionisti in Italia. Lunedì 6 aprile torna il “Mercatino delle cose del passato” che propone una buona offerta di oggetti d’antiquariato autentici e di copie eseguite molto bene (identificate dai venditori come tali, per la maggior parte), nonché di chincaglierie che diventano il tesoro occasionale del cercatore attento di oggetti d’antiquariato. Tra le principali categorie in esposizione, ci sono mobili rustici antichi e riprodotti, strumenti antichi, manufatti di fattorie e vigneti, ceramiche, cristalleria e posate, una vasta gamma di biancheria ricamata, lavori in ferro, dipinti, cartoline, non molti libri e monete d’argento.

Festa della Farina Dolce
Lunedì 6 aprile a Piteglio (PT) torna la Festa della Farina Dolce. Come ogni Lunedì di Pasqua gli abitanti di Piteglio e dei paesi limitrofi si ritrovano per festeggiare insieme un momento considerato da tutti come una “Festa Grossa”. La tradizione vuole che gli abitanti del paese, spesso carbonai costretti ad emigrare per lavorare in Maremma, in Corsica o in Sardegna, tornava a casa in occasione della Pasqua. Nel pomeriggio inizia la festa, ricordata anche come la Merendina. Si potrà gustare squisitezze a base di farina dolce, prodotto tipico della Montagna Pistoiese. Ci saranno quindi necci, frittelle, castagnaccio, polenta dolce e volendo anche panini con salsiccia, accompagnati da vino. Arricchiscono la giornata le bancarelle dei prodotti tipici locali quali farina dolce, pecorino a latte crudo, ricotta, miele, marmellate, sciroppi e liquori ai frutti di bosco. Per l’occasione sarà aperta la Torre Campanaria e verranno organizzate visite guidate alla Torre e alla Chiesa.

Festa della Beata Giovanna
Lunedì 6 aprile a Signa (FI) si terrà la tradizionale Festa della Beata Giovanna. Questa ricorrenza coincide sempre con il giorno di Pasquetta e ogni anno coinvolge la popolazione locale e i Comuni limitrofi in una serie di riti da non perdere. Il programma della Festa della Beata Giovanna prevede l’inizio del corteo storico dalla Chiesa di San Lorenzo. I personaggi in costume del ‘400 sfileranno nella parte più antica di Signa per ritrovarsi in piazza Cavour. A mezzogiorno avverrà l’atto finale delle celebrazioni, cioè la benedizione in nome della Beata Giovanna dei presenti e di tutti i popoli. La Festa della Beata Angela ha origini antichissime e riguarda una delle figure religiose più venerate nel territorio di Signa. Secondo le ricostruzioni storiche, i primi festeggiamenti risalgono alla fine del ‘300. Le spoglie della religiosa sono tuttora conservate all’interno della Pieve di San Giovanni Battista a Signa.

Cosa c'è in Toscana (28 marzo-5 aprile)
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento