Appuntamenti
stampa

Festival delle Musiche 2015, la Val di Chiana si trasforma in palcoscenico

Dal 15 luglio al 9 agosto  la storica manifestazione con concerti e spettacoli dalla musica antica alla contemporanea evoluzione dei generi

Percorsi: Musica
Nada, protagonista di un concerto

Ha XXI edizioni ma è ancora giovane e desideroso di rinnovarsi. È il Festival delle Musiche, una delle manifestazioni d’eccellenza dello spettacolo estivo in Val di Chiana, portavoce di ricerca musicale, ecletticità propositiva e valorizzazione del territorio. Un Festival ideato da Officine della Cultura e promosso, insieme agli enti coinvolti, da Regione Toscana e Provincia di Arezzo.

Partendo dal suo nucleo storico collegato al Comune di Monte San Savino, e alla fortunata esperienza del Festival Musicale Savinese con i suoi Corsi d’Interpretazione Musicale – dal 17 luglio saranno circa 200 gli studenti partecipanti ai corsi provenienti da tutta Italia con l’importante novità, per il 2015, dei laboratori in lingua inglese -, il Festival delle Musiche apre l’edizione 2015 con l’adesione al Festival di tutti i Comuni della Val di Chiana, a partire da quelli già storicamente aderenti, come i Comuni di Marciano della Chiana, Lucignano, Cortona e Civitella in Val di Chiana, fino ai due nuovi ingressi, i Comuni di Foiano della Chiana e di Castiglion Fiorentino. Confermati i direttori artistici: Alessandro Perpich per il Festival Musicale Savinese e Massimiliano Dragoni per il Festival Suoni dalla Torre.

Resta a Monte San Savino, nelle cornici suggestive del Chiostro di Palazzo di Monte e del Teatro all’aperto, il filone legato alla musica classica e cantautorale, con inizio mercoledì 15 luglio con l’originalità dei Quintorigo con Roberto Gatto in Play Frank Zappa e, a seguire, la giovane pianista ucraina Margaryta Golovco (21 luglio), un ospite d’eccezione, Nada, nel suo ultimo concerto Occupo poco spazio (23 luglio), il gradito ritorno del virtuoso fisarmonicista russo Oleg Vereshchagin (28 luglio), il duo sax e piano composto da Leonardo Sbaffi e Cristina Campi (29 luglio), il recitali pianistico di Samuele Amidei (30 luglio), la contralto Sonia Prina (1 agosto), uno tra i più apprezzati per l’esecuzione del repertorio barocco, per concludere con lo straordinario duo bandoneon e pianoforte composto da Fabio Furia e Marcello Melis (3 agosto) e l’ormai classico concerto dei saluti tenuto dall’Ensemble Ouvert del Festival Musicale Savinese (8 agosto). All’interno i saggi dei migliori allievi dei corsi aperti a musicisti e appassionati.

Itinerante in Val di Chiana la sezione del Festival dedicata alla valorizzazione dei generi, Tra-dizioni e Contaminazioni, con inizio il 17 luglio a Foiano della Chiana, con il gruppo al femminile Passione Taranta per proseguire a Castiglion Fiorentino con il duo voce e pianoforte composto da Else-Linde Buitenhuis e Eline Bergmann (18 luglio), l’arrivo a Cortona dell’evento teatrale e musicale Petali di rose – Storie di ordinaria violenza (19 luglio) con la partecipazione sorprendente, sul palcoscenico, delle donne Sindaco e Assessore alle Pari Opportunità dei Comuni della Val di Chiana, la cena umbra con spettacolo dei Sonidumbra per le vie del centro storico di Lucignano il 22 luglio, in una struttura logistica innovativa, il concerto itinerante degli Archimossi a Civitella in Val di Chiana (8 agosto) in collaborazione con Slow Food Val di Chiana nell’ambito di Calici di Stelle e le puntate ad Arezzo, negli spazi ritrovati dell’Eden Lab, con Andrea Chimenti (21 luglio), Andrea Franchi (24 luglio) e il Concerto Omaggio a Paolo Conte de Gli Scontati, Lorenzo Kruger e Giacomo Toni (30 luglio).

Residenziale presso la Torre Medievale di Marciano della Chiana la Sezione Musica Antica del Festival, denominata Suoni dalla Torre, con l’apertura di una mostra di liuteria, conferenze, lezioni concerto e due eventi di straordinario spessore artistico e filologico: il concerto dell’Accademia Barocca di Arezzo (29 luglio), una formazione di talenti aretini dediti allo studio del repertorio barocco su strumenti d’epoca, e il concerto di chiusura del gruppo Anonima Frottolisti (2 agosto), rinomato in Italia e all’estero per passione musicologica e maestria interpretativa. Tutti gli eventi del Festival Suoni dalla Torre sono ad ingresso libero.

Per ulteriori informazioni sul Festival delle Musiche e sulle sue tre sezioni, Festival Musicale Savinese, Suoni dalla Torre e Tra-dizioni e Contaminazioni: Officine della Cultura, Via Trasimeno, 16 – 52100 Arezzo; Tel. 0575 27961; www.officinedellacultura.org ; www.festivaldellemusiche.it .

Fonte: Comunicato stampa
Festival delle Musiche 2015, la Val di Chiana si trasforma in palcoscenico
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento