Appuntamenti
stampa

Greve in Chianti, la cultura del vino va in scena in Piazza Matteotti

Al via oggi la 46ª edizione della Expo del Chianti Classico. Quattro giorni di eventi, da giovedì 8 a domenica 11 settembre con la partecipazione record di un centinaio di aziende.

Percorsi: Agricoltura - Chianti - Turismo
Un'edizione dell'Expo del Chianti in piazza Matteotti a Greve

Expo del Chianti Classico, la kermesse che prende vita da giovedì 8 a domenica 11 settembre nel cuore pulsante di Greve, accende i riflettori sulle migliori produzioni del Chianti Classico. I numeri della scorsa edizione sono i primi a confermare il grande successo di una manifestazione unica nel suo genere che presenta l’intera area vinicola del Chianti Classico attraverso il lavoro, le sfide, le ambizioni dei suoi produttori. Una rassegna che in soli quattro giorni nel 2015 è stata presa d’assalto da circa 15mila enoturisti, riuscendo a centrare un obiettivo di vendita pari a oltre 8mila calici. Le aspettative per la quarantaseiesima edizione sono altrettanto importanti, considerata la massiccia partecipazione delle aziende agricole, la più elevata raggiunta nella lunga storia di Expo Chianti Classico.

Un centinaio le aziende partecipanti, 62 delle quali espositrici in piazza Matteotti, le altre sono rappresentate dal padiglione comune del Consorzio Vino Chianti Classico. Numerose le realtà vitivinicole che metteranno i propri vini nel Padiglione Degustazioni e quelle presenti attraverso le quali i visitatori potranno saggiare complessivamente oltre 200 vini.

Pur con le loro differenze, i produttori del Chianti Classico riescono a fare massa critica nella competizione globale rendendo le terre del Gallo Nero aree leader nel mercato vinicolo internazionale, un approccio produttivo e un modello di sviluppo su cui Expo del Chianti Classico scommette estendendo il proprio raggio di interesse e intensificando l’attività di promozione in favore delle potenzialità enogastronomiche e culturali del territorio. «Il Chianti - commenta il sindaco Paolo Sottani - gioca una partita che ogni giorno lancia nuove sfide. Ma la ricetta che certifica il futuro e nella quale il Comune di Greve continua a credere è quella miscela che unisce qualità elevatissima dei prodotti, investimenti mirati, marketing innovativo e vitalità imprenditoriale nel settore enologico».

La vetrina d’autore firmata Expo riflette l’immagine di un territorio sempre più unito e forte, che vuole guardare avanti con l‘idea di farsi interprete e portavoce delle esigenze e delle vocazioni di un’unica importante realtà vitivinicola, il Chianti Classico, cuore verde della quarta regione più visitata d’Italia.

«E’ questa la carta in più da mettere sul tavolo in tempi non facili come quelli che stiamo vivendo - continua il sindaco - un punto di forza che supporta e favorisce i produttori Chianti Classico sul mercato mondiale essendo in grado di determinare un impatto maggiore sui visitatori e una crescita delle esportazioni: lavorare in modo unitario e condiviso, insomma, fa bene alla salute del nostro vino e alle prospettive economiche del territorio. Alla 46ma edizione della rassegna avremo due occasioni importanti per confrontarci sull’importanza della rete degli otto comuni per promuovere, nel primo caso, la forza produttiva del territorio, la possibilità della candidatura del Chianti a Patrimonio Unesco e le prospettive legate al distretto rurale; nella seconda parleremo della storia del vino che quest’anno festeggia 300 anni dalla nascita del primo territorio di produzione e dell’editto mediceo che lo delimitò».

«L’Expo di Greve in Chianti arriva ogni anno puntuale a vendemmia iniziata ed è un momento di festa per tutto il territorio chiantigiano - commenta Sergio Zingarelli, Presidente del Consorzio Vino Chianti Classico – e ci dà lo spunto per ricordare la storia della denominazione Chianti Classico e i traguardi raggiunti. Nel nostro territorio abbiamo vissuto grandi trasformazioni e, per quanto ci compete, abbiamo gettato solide basi sulle quali poggiano le nostre attività, consapevoli che le battaglie del futuro non si corrono più al canto del gallo tra le colline che separano Firenze da Siena, ma su una qualità che parte dalla struttura innovativa delle aziende, dalla conoscenza e dalla ricerca in vigna e in cantina, per arrivare ad un prodotto-vino unico e universalmente riconosciuto. È grazie a questo impegno costante del Consorzio e dei suoi viticoltori che oggi il territorio del Gallo Nero sta consolidando il suo successo, in un anno molto particolare: quello che celebra i Trecento anni di storia della denominazione Chianti Classico, un anniversario che vedrà la sua giornata clou il prossimo 24 settembre a Firenze, con gli eventi di celebrazione che si terranno in Palazzo Vecchio e al Teatro dell'Opera».

Gli eventi. La rassegna si articola su un programma particolarmente nutrito di momenti di degustazioni e di proposte culturali, caratterizzato da varie forme di intrattenimento e music street che si alterneranno nel centro storico e nei dintorni di Greve. Cittadini e turisti potranno acquistare un calice pari a 10 euro ed  effettuare 7 degustazioni. In vetrina anche prodotti tipici quali olio, vino, salumi, formaggi. Oltre alla musica, che prenderà vita on the street con svariati spettacoli itineranti, è la degustazione guidata nella sala del Consiglio comunale una delle note dominanti di questa edizione. Sarà il giornalista ed enocritico Riccardo Margheri a condurre le degustazioni (sabato 10  dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 17.30 alle ore 19). Di rilievo anche il ciclo di incontri incentrato su alcuni dei temi più attuali legati al mondo vitinicolo allestito nel Giardino Incontri (giovedì 8 alle ore 18, venerdì 9 alle ore 17). Il programma propone anche un tour alla scoperta del territorio grevigiano con escursioni a piedi e visite alle pievi, ai castelli e ai laboratori artigiani (sabato 10 ore 6, domenica 11 ore 9-12 e 11-20).

Il taglio del nastro di Expo Chianti Classico, previsto giovedì 8 alle ore 17, avverrà alla presenza dell’assessore regionale all'Agricoltura Marco Remaschi, del sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani, dei sindaci degli altri  Comuni del Chianti  e del presidente del Consorzio Chianti Classico Sergio Zingarelli.

Ingresso libero. Info: www.expochianticlassico.com

Greve in Chianti, la cultura del vino va in scena in Piazza Matteotti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento