Appuntamenti
stampa

Natale e Capodanno con i piccoli musici della Scuola di Fiesole

I  primi allievi della Scuola di musica di Fiesole che faranno gli auguri di Natale in musica sono i componenti dei Piccoli Musici, piccoli di nome e di fatto ma grandi per quello che riescono a fare con gli strumenti. Questa orchestra, infatti, è composta da bambini di età compresa fra i 5 e gli 11 anni, tutti allievi della Scuola fondata da Piero Farulli, che ne entrano a far parte dopo un anno di studio dello strumento.
DI DONATELLA RIGHINI

Parole chiave: musica (139)

di Donatella Righini

I  primi allievi della Scuola di musica di Fiesole che faranno gli auguri di Natale in musica sono i componenti dei Piccoli Musici, piccoli di nome e di fatto ma grandi per quello che riescono a fare con gli strumenti. Questa orchestra, infatti, è composta da bambini di età compresa fra i 5 e gli 11 anni, tutti allievi della Scuola fondata da Piero Farulli, che ne entrano a far parte dopo un anno di studio dello strumento. Creatrice di questa incredibile compagine è Brigitte Mancini, violinista (allieva fra gli altri del grande Sandor Vegh) che, come ci racconta lei stessa, ha «insegnato presso il Conservatorio di musica di Ginevra per poi insegnare per 18 anni musica d'insieme a giovani dai 10 ai 15 anni presso la Crowden School a Berkeley California».

Nel 2000 ha proposto questa esperienza ai piccoli che frequentavano il corso Demi della Scuola fiesolana, «con lo scopo di introdurre i bambini molto giovani a suonare insieme, come complemento alle lezioni individuali. Oltre alla gioia di ritrovarsi in gruppo, i bambini imparano ad ascoltarsi a vicenda, a suonare senza timore e a prepararsi a far parte delle orchestre giovanili della scuola».

Da allora l'esperienza non si è mai interrotta, e ha visto questi piccini suonare «di fronte al presidente Napolitano in occasione della sua visita alla Scuola di musica di Fiesole» e partecipare «a diversi eventi musicali a Colle Val d'Elsa, a Livorno, alla Cassa di Risparmio di Firenze ecc.».

Insomma, si tratta di una mini orchestra a tutti gli effetti. Il bello dell'esperienza è anche dovuto al repertorio eseguito, che «comprende musiche più varie possibile, in modo da far familiarizzare i ragazzi con tutti gli stili musicali che richiedono tecniche strumentali diverse: Bach, Vivaldi, Bartok, Tchaikovsky, Kletzmer, musica sudamericana, musica irlandese ecc. Ovviamente, molti di questi brani devono essere trascritti e adattati al  gruppo».

Dopo l'esibizione dei Piccoli Musici di questo sabato 19 dicembre, alle 11,30 presso la Scuola di musica di Fiesole e nel pomeriggio a Palazzo Corsini per la FILE, il Natale fiesolano vede un altro importante appuntamento. Per il sesto anno consecutivo, in collaborazione con l'Ente filarmonico italiano-festival «I Grandi appuntamenti della musica» viene eseguito il Concerto di Natale, alle ore 21,15, ad Arezzo, nella splendida Basilica di San Francesco, e a Firenze il giorno successivo (questa domenica 20, ore 21) a San Salvatore al Monte, la suggestiva basilica situata nella collina dietro il Piazzale Michelangelo, il Monte delle Croci, appena al di sotto della chiesa di San Miniato. L'esecuzione è affidata all'Orchestra Galilei e alla Schola Cantorum F. Landini (guidata da Fabio Lombardo), diretti da Nicola Paszkowski. Le parti solistiche sono state affidate al soprano Mariacarla Seraponte, al mezzosoprano Sabrina Pecchenino, al tenore Francesco Marsiglia e al baritono Álvaro Lozano Gutiérrez, tutti provenienti dal corso di Claudio Desderi Opera Workshop. In programma due lavori della maturità di Haydn, la Sinfonia n.48 in Do Maggiore e la Messa in Si bemolle Maggiore Hob.XII, entrambe legate al nome di Maria Teresa d'Austria, illuminata sovrana e protettrice di artisti, tra cui Metastasio ed Alfieri, nonché madre di Pietro Leopoldo, Granduca di Toscana. L'ingresso è libero.

Oltre al Natale la Scuola di Fiesole festeggia l'arrivo del nuovo anno con il ventinovesimo Concerto di Capodanno con il supporto della Regione Toscana, del comune di Firenze e dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Protagoniste saranno, come sempre, l'Orchestra dei Ragazzi, la Galilei e l'Orchestra Giovanile Italiana, dirette da Nicola Paszkowski e con un solista d'eccezione come il clarinettista Gabriele Mirabassi.

Il programma è dedicato alla musica del secolo passato. Aprirà la Ouverture festiva di Šostakovic, seguita poi dalla celeberrima Suite da Un Americano a Parigi di Gershwin. Mirabassi sarà protagonista di due trascrizioni originali di Enrico Blatti da un canto tradizionale spagnolo, El vito, e l'altro, italiano, Gorizia. I colori popolari di Boccherini tornano con la Ritirata notturna di Madrid riletta da Luciano Berio, alla quale segue un omaggio a Nino Rota nel trentennale della sua scomparsa con la Suite dal balletto Pont Neuf ed i Quattro ballabili de Il gattopardo. Il concerto si concluderà con il Bernstein di On the town: three dance episodes.

Gli inviti, fino ad esaurimento, sono a disposizione presso: Alberti, Box Office, Bussotti e Fabbrini, Ceccherini, Checcacci, Data Records, Discoteca Fiorentina, La Fenice, Piccadilly Sound, Ricordi.

Natale e Capodanno con i piccoli musici della Scuola di Fiesole
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento