Antonio Ciccone. In Omaggio a Nerina Simi

stampa

Antonio Ciccone è uno dei più importanti pittori viventi e vive e lavora a Firenze, dove si è trasferito dal 1954 per frequentare  gli studi d’arte di Pietro Annigoni e di Nerina Simi e la Scuola Libera del Nudo all’Accademia delle Belle Arti. Ciccone ha vissuto tra l’Italia e gli Stati Uniti per molti anni, tenendo più di 175 mostre personali e le sue opere si trovano in musei e collezioni private. È famoso per i suoi ritratti, le composizioni e i paesaggi, con varie tecniche: carboncino, china, olio, acrilico e affresco. Viene considerato oggi tra i principali ritrattisti mondiali, Ciccone è rinomato per i suoi maestosi ritratti in carboncino e in acrilico. Le sue opere si trovano nei più importanti musei e collezioni private. La mostra di Stazzema vuole essere un omaggio a Nerina Simi, figlia di Filadelfo, di cui frequentò la scuola d'arte agli inizi della sua carriera.

Dopo il grande evento dello scorso anno con la mostra degli allievi di Nerina Simi, dopo la mostra dedicata al maestro Giorgio Michetti,  il Palazzo della Cultura in Cardoso si consacra con questo evento come uno dei più importanti luoghi espositivi della Versilia con un appuntamento che ha una dimensione nazionale. La mostra ospita circa 40 opere di Antonio Ciccone con una selezione fatta dallo stesso artista.

«Questa mostra straordinaria, - sottolineano il Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona e l'assessore alla cultura Setena Vincenti - è un occasione per conoscere meglio l’arte di Antonio Ciccone, e per l’amministrazione l’occasione per proseguire un cammino di valorizzazione culturale del e nel nostro territorio cominciato lo scorso anno.  Una mostra creata ad hoc e presentata per la prima volta a e per Stazzema  grazie alla cura della figlia, Tiana Ciccone e alla presentazione critica della Dr.ssa Cristina Acidini alle quali va il nostro più sentito ringraziamento. Siamo molto grati al Maestro per aver desiderato esporre le proprie creazioni, al Palazzo della Cultura di Cardoso condividendo con i cittadini versiliesi la preziosità delle sue opere. Stazzema oggi è tornata ad essere luogo di cultura e arte e di tutto ciò che si può riassumere nel concetto di “Bello”».

SEDE: Palazzo della Cultura  – Via Vallinventri – Cardoso di Stazzema (Lu)
giugno: giovedì, venerdì, domenica 16-19 - sabato: 16-23. Luglio: giovedì, domenica 16-19 - venerdì, sabato: 16-23. Agosto: giovedì, venerdì, sabato e domenica 16-23
INGRESSO: libero