Il maestro dei francobolli - Didattica e filatelia in Veneto ed Emilia (1948-1978)

stampa

“Un piccolo percorso, gradevole e che ci permette di ritornare d’un balzo a diversi decenni fa, quando il mondo andava più lento e per comunicare si usavano le lettere cartacee”, spiega la presidente dell’associazione “Il geranio”, Giulia Benelli. La quale, fin dalla sua apertura, ne aveva auspicato il prolungamento.

“Tali lettere andavano affrancate e poi, spesso, i francobolli finivano nella raccolta di qualche collezionista. Collezionista molto particolare è stato Gastone Rizzo, novantuno anni splendidamente portati, che di mestiere faceva l’insegnante alle elementari. Con fantasia, caparbietà, intuito è riuscito a trovare un metodo per approcciarsi ai suoi giovani interlocutori che ha fatto epoca; lo dimostrano gli spazi che i media di allora gli hanno riservato. Usava i francobolli prima per attirare l’attenzione dei bambini, e poi per dare messaggi che spaziavano dalla storia alla geografia, dal disegno alla religione, dall’italiano all’aritmetica. Come? Proponendo, secondo l’età, disegni, problemi, riassunti, dettati, piccoli approfondimenti che partivano proprio dalle cartevalori postali. E, per i più bravi, c’era poi il premio: naturalmente, un francobollo. Più o meno bello in funzione del merito acquisito sul campo”.

Le bacheche contengono quaderni, ricerche, cartoncini con l’alfabeto e la tombola filatelica, realizzati a suo tempo dall’insegnante e dagli alunni. Una testimonianza che l’Unione stampa filatelica italiana ha salvato dall’oblio editando il volume “Il maestro dei francobolli in «Una scuola così»” e che, anche con il supporto dell’Istituto di studi storici postali onlus, ora è a disposizione di chiunque voglia scoprire (o riscoprire) un mondo che non c’è più.

SEDE: Archivio di stato - via Ser Lapo Mazzei 41 - Prato

ORARIO: La mostra è visitabile negli orari di apertura al pubblico dell’Archivio di stato: lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 17.25; martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 13.55

INGRESSO: libero