La Pira: l’Europa dei popoli e il mondo: le pietre del dialogo

stampa

C'è un legame profondo che unisce Firenze e l’Europa attraverso la testimonianza e l’azione politica di Giorgio La Pira: egli rese la città di Firenze una delle «fondatrici», in senso profondo, delle istituzioni europee che sono ora maturate nell’Unione Europea.

Nelle Sale monumentali della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze sono esposti i documenti originali della visione dell’Europa di Giorgio La Pira, che creò le premesse negli anni Cinquanta della stessa Comunità Economica Europea, avvicinando le Nazioni europee che uscivano dalla guerra nei Convegni per la Pace e la Civiltà Cristiana, e poi progettando l’idea di un’università europea, realizzatasi nell’attuale Istituto Universitario Europeo di Fiesole-Firenze.

Nella Biblioteca sono esposti preziosi manoscritti della tradizione biblica, ebraica e cristiana e dell’Islam, della cultura filosofica dell’antichità greca e delle fonti del diritto romano. Sono simbolicamente le pietre che Giorgio La Pira aveva identificato quali basi della cultura europea: la pietra profetica, la pietra metafisica e la pietra giuridica.

La Mostra ha una struttura didattica che permette ai visitatori, soprattutto ai giovani studenti, di comprendere come l’impegno per l’Europa sia stato una grande conquista politica nel Dopoguerra e come debba essere mantenuto per garantire il patrimonio di umanesimo, su cui si fonda la comune civiltà dei popoli europei.

La Mostra, che è realizzata in collaborazione con l’Istituto Universitario Europeo in occasione del Semestre italiano di Presidenza dell’Unione Europea, può essere anche un preliminare avvio al tema dell’umanesimo cristiano, sul quale si concentrerà il Convegno della Chiesa Italiana del 2015 a Firenze,  presentando l’esemplarità cristiana, saldata in profonde radici culturali, di un politico, Sindaco di Firenze e testimone di pace.

SEDE: Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Piazza dei Cavalleggeri 1

ORARIO: dal lunedì al venerdì dalle 8,15 alle 19; il sabato dalle 8,15 alle 13,30

INGRESSO: libero

INFO: 055/24919257 (per prenotazione visite guidate specialmente per i gruppi scolastici)