Italia

Italia stampa

«Nel 2016 si stima che il 30% delle persone residenti in Italia sia a rischio di povertà o esclusione sociale, registrando un peggioramento rispetto all’anno precedente quando tale quota era pari al 28,7%». È quanto afferma l’Istat in occasione della pubblicazione del report «Condizioni di vita, reddito e carico fiscale delle famiglie».

Le mafie investono in modo sempre più massiccio e capillare nel settore dell’azzardo, che permette di riciclare enormi quantità di denaro sporco, fare affari e rinforzare la propria presenza sui territori. È questo il dato più rilevante del dossier «Gioco sporco, sporco gioco. L’azzardo secondo le mafie», promosso dal Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca) e presentato oggi a Roma.

Rafforzare l’azione delle diverse realtà di Mani Tese sul territorio italiano, coordinando le attività di cooperazione, educazione alla cittadinanza globale, sensibilizzazione politica, co-sviluppo e inclusione sociale. Questo l’obiettivo della Federazione Mani Tese Ets, neonata realtà costituita dalle organizzazioni nazionali, locali e territoriali che si richiamano all’esperienza dell’associazione da oltre 50 anni impegnata per combattere le ingiustizie nel mondo.

Nel 2016 sono nati oltre 12mila bambini in meno rispetto all’anno precedente. Dal 2008 (inizio della crisi) al 2016 l’Istat registra una diminuzione di oltre 100mila nascite e il calo si spiega in larga misura (i tre quarti) con la diminuzione delle donne in età feconda, più che per la minore propensione ad avere figli.