Italia

Italia stampa

«Dal pesce alla frutta, dai ristoranti ai caffè il volume d’affari delle agromafie è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nel 2017 con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita». Lo afferma la Coldiretti, in riferimento all’operazione che ha portato agli arresti di presunti appartenenti al clan Rinzivillo.

«La povertà è ancora un dramma che sottrae diritti e futuro a una quota rilevante della popolazione nel nostro Paese. I segnali di ripresa economica, pure importanti, non devono fare dimenticare che in Italia vivono in povertà assoluta 4,75 milioni di persone, pari al 7,9% della popolazione». È quanto scrivono Acli, Azione Cattolica italiana, Caritas Italiana, Comunità di Sant’Egidio e la Federazione nazionale Società di San Vincenzo de’ Paoli nell’appello «Per uscire davvero e tutti dalla crisi» in cui definiscono la lotta alla povertà una «priorità per il Paese».

5 miliardi e 50 milioni nel 2017; 5 miliardi e 100 milioni nel 2018. Queste le risorse complessivamente disponibili per la famiglia e le politiche di inclusione sociale messe dal governo. Lo ha detto oggi il ministro dell'economia Padoan intervenendo alla Terza conferenza nazionale sulla famiglia, che si chiude oggi a Roma. Gina Pedroni (Anci): le famiglie sono investimenti sociali.

«La legge 194 non prevede il diritto all’aborto: chiede – invano – di prevenirlo offrendo alternative a chi chiede di farvi ricorso. Riconoscere un diritto all’aborto equivarrebbe ad ammettere che ad alcuni esseri umani possa non essere riconosciuto il diritto alla vita, con evidenti rischi che, in nome dei diritti civili, il perimetro dei diritti umani possa in futuro ridursi anche per altre categorie». Lo afferma Gian Luigi Gigli, presidente del Movimento per la vita italiano, a proposito della Giornata mondiale per l’accesso all’aborto sicuro e legale.

Per molti può essere scontato ma il diritto alla libertà non vale per tutti: soprattutto per chi è costretto a migrare perché nella sua terra non si può vivere in pace, si è perseguitati, ci sono conflitti, terrorismo, povertà, fame, degrado ambientale. Per cercare di dare a tutti la libertà, di restare a casa o di partire, la Cei ha lanciato una grande Campagna, stanziando 30 milioni di euro per progetti nei Paesi di provenienza, di transito e di accoglienza dei migranti.

Oggi il Papa è uscito dal Vaticano per una visita a sorpresa alla Fondazione Santa Lucia, un centro di eccellenza molto conosciuto a Roma, specializzato nella neuro-riabilitazione di pazienti con deficit di movimento e cognitivi, dove vengono trattate patologie derivanti da ictus, lesioni midollari, Parkinson e sclerosi multipla.

Sulla questione dello sgombero dei senzatetto da Piazza San Pietro e dintorni, considerate le varie letture date dai media sulla vicenda, il direttore della Sala Stampa, Greg Burke ha chiarito, dopo verifiche con la Gendarmeria Vaticana, che la misura è stata adottata per ragioni di «sicurezza» e di «buon senso», dovute al fatto che durante le ore diurne i senzatetto lasciano borse, pacchi ecc. che non è possibile controllare con la folla.