Italia
stampa

Banco farmaceutico, 250 mila medicinali nelle aree calde del mondo

Nei soli primi 5 mesi del 2014 la Fondazione Banco Farmaceutico onlus ha inviato nelle zone “calde” del pianeta oltre 250mila medicinali raccolti grazie alla collaborazione con la rete delle farmacie italiane, soprattutto in occasione delle Giornate di raccolta del farmaco e alla donazione di farmaci da parte delle aziende farmaceutiche.

Percorsi: Cooperazione - Sanità
Parole chiave: Banco farmaceutico (4)

Sono oltre 50 i paesi che hanno beneficiato di questo sostegno, soprattutto quelli protagonisti di conflitti o di profondi squilibri sociali ed economici tra questi la Siria, l’Ucraina, l’Iraq, l’Afghanistan, il Burkina Faso, l’Etiopia e la Somalia. Sono questi i dati diffusi dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus nell’ambito di Cosmofarma, la kermesse dedicata al mondo della farmacia. “L’attenzione della Fondazione - spiega Paolo Gradnik, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus - si è rivolta negli ultimi anni anche alle emergenze umanitarie che colpiscono varie aree del mondo. Un sostegno importante per combattere la povertà sanitaria in ogni angolo della terra”. “Un risultato importante - aggiunge Gradnik - raggiunto nei soli primi 5 mesi di quest’anno che ci fa prevedere la possibilità di chiudere il 2014 con un ulteriore grande quantitativo di medicinali da destinare alle zone più povere del mondo. In un certo senso abbiamo voluto dare una risposta all’invito di Papa Francesco ad andare nelle periferie del mondo senza paura”.

Fonte: Sir
Banco farmaceutico, 250 mila medicinali nelle aree calde del mondo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento