Italia
stampa

Campagna «Uno di noi»: superate le 500 mila firme, ma la raccolta continua

«C'eravamo proposti di raggiungere mezzo milione di adesioni alla fine di maggio e ci siamo riusciti. Ad oggi le adesioni sono 504.993. è motivo di soddisfazione constatare che sei Nazioni (Austria, Spagna, Ungheria, Italia, Polonia e Slovacchia) hanno superato il minimo richiesto. La raccolta continua puntando al milione di firme». Lo ha dichiarato al Sir Carlo Casini, presidente del Movimento per la vita italiano e della commissione italiana per la campagna «Uno di noi», impegnata da mesi nella raccolta firme per chiedere alle istituzioni comunitarie la tutela giuridica dell'embrione umano.

Percorsi: Europa - Vita
Parole chiave: uno di noi (19), Mpv (73), Carlo Casini (8), embrione (51)

Dopo aver precisato che, per poter essere ammissibile, tale richiesta deve raccogliere firme in almeno sette nazioni europee, in ciascuna delle quali il totale delle adesioni deve superare un numero minimo, Casini afferma che «nel complesso ad oggi le adesioni pervenute on line in tutta Europa sono 241.562, mentre 263.437 sono su carta». Spiega quindi che «l'esperienza italiana mostra 109.927 firme su carta e 44.261 online, a dimostrazione che la raccolta su scheda cartacea è più fruttuosa perché consente agli organizzatori di andare a cercare gli aderenti anche in luoghi pubblici, mentre l'adesione on line avviene privatamente e per iniziativa individuale. Ma - nota infine - la maggioranza dei Paesi europei fino ad ora ha utilizzato in grande prevalenza solo il sistema online».

Fonte: Sir
Campagna «Uno di noi»: superate le 500 mila firme, ma la raccolta continua
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento