Italia
stampa

Card. Bagnasco: riconoscimento nozze gay apre strada ad adozioni

«Un conto sono i diritti individuali dei singoli che sono da sempre tutelati dal Codice civile e un altro conto è creare nuovi soggetti di diritto che in quanto tali si presentano sul piano della giurisprudenza, della società e della cultura come un ‘novum' che va di fatto a equipararsi con la famiglia basata sul matrimonio di un uomo e di una donna». Ad affermarlo il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, a margine della visita di questa mattina presso lo stabilimento Ilva di Cornigliano (Genova), in merito al pronunciamento del Parlamento europeo a proposito delle nozze gay.

Parole chiave: nozze gay (2), Unioni civili (21)

Per il presidente della Cei, quindi, una volta legittimato il matrimonio tra persone omosessuali «non è possibile ritenere o affermare che queste nuove formazioni non abbiano gli stessi diritti delle famiglie fondate sul matrimonio, come ad esempio l'adozione di bambini, perché di fatto vediamo negli altri Paesi europei che, una volta stabilito il principio della coppia in quanto coppia, immediatamente la magistratura europea e quelle nazionali intravedono delle discriminazioni e quindi impongono l'assoluta uguaglianza al matrimonio, alla famiglia tradizionale».

Per il cardinale, «è inutile illudersi» perché «tutti non dobbiamo dimenticare, anche i genitori e i nonni, che queste nuove figure hanno delle ricadute educative nelle classi a cominciare dalle scuole materne: già i testi che circolano - ha concluso - impongono di dire e rappresentare ai bambini anche in tenerissima età, da 0 a 4 anni, diverse possibilità di relazione, di rapporto, di agglomerato, di famiglie e anche di sessualità».

Il presidente dei vescovi italiani, rispondendo ad una domanda di un giornalista, ha commentato anche la recente assoluzione in Cassazione di Silvio Berlusconi per il processo Ruby. «Quello che i singoli decidono – ha detto - sono sempre decisioni personali, ma che si calano in contesti sociali, politici, lavorativi con cui bisogna fare i conti. Non bastano le decisioni personali».

Card. Bagnasco: riconoscimento nozze gay apre strada ad adozioni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento