Italia
stampa

Convegno Fisc a L’Aquila: mons. Forte, «cinque compiti» per il bene comune

(dall'inviato Sir a L'Aquila) - L'amministratore che voglia «appassionarsi al bene comune e servirlo» deve osservare «cinque compiti fondamentali». Lo ha detto monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, parlando oggi a L'Aquila al convegno nazionale della Fisc. 

Convegno Fisc a L'Aquila

In primo luogo «l'impegno per l'etica pubblica deve essere indissociabile dall'impegno morale individuale. Va rifiutata la logica della maschera, che coniuga vizi privati e pubbliche virtù. Il politico andrà misurato sulla sobrietà del suo stile di vita, sulla sua coerenza». Poi, «nel rapporto con i cittadini il politico dovrà essere vicino alla gente, ascoltarne i problemi non solo nelle settimane della campagna elettorale». In terzo luogo «la dialettica politica andrà subordinata alla ricerca delle convergenze possibili. Il bene comune, se veramente preferito a quello proprio o della parte politica, porta a superare la conflittualità e gli interessi utilitaristici dell'una o dell'altra parte». Ancora, «occorre puntare al fine con perseveranza o rigore senza cedere a compromessi o ritardi ingiustificati, senza ricorrere a mezzi iniqui». Infine, l'amministratore dovrà «considerare come scopo del suo servizio il bene anche degli avversari, che non andranno mai ritenuti nemici o concorrenti, ma garanzia di confronto critico per il discernimento».

Fonte: Sir
Convegno Fisc a L’Aquila: mons. Forte, «cinque compiti» per il bene comune
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento