Italia
stampa

Elezioni: Fict, manifesto in tre punti contro le dipendenze. Chiesto l’impegno delle forze politiche

Un manifesto in tre punti contro le dipendenze. È quanto la Fict (Federazione italiana comunità terapeutiche) chiede di sottoscrivere alle forze politiche in vista delle prossime consultazioni elettorali. 

Cannabis

La Fict chiede una maggiore attenzione della politica al tema delle dipendenze, e questo attraverso la nomina di un sottosegretario con delega alle politiche antidroga e il rafforzamento del Dipartimento politiche antidroga, da mantenere sotto la Presidenza del Consiglio. La Fict chiede «l’avvio immediato di un processo partecipato di riforma sul sistema normativo sulle dipendenze, fermo ancora a trent’anni fa», che preveda la ricostituzione del fondo nazionale Lotta alla droga e un sistema procedurale che renda automatica e universale per i soggetti con dipendenza sottoposti a processo, già nella fase dibattimentale, la possibilità di accedere a percorsi di recupero nel caso in cui la pena massima possibile per il reato di cui devono rispondere sia inferiore ai limiti previsti per l’accesso alle misure alternative.

L’auspicio, inoltre, è che la nuova normativa preveda anche la creazione di un fondo per le politiche di reinserimento lavorativo. Sul fronte della prevenzione, soprattutto per quanto riguarda il mondo giovanile, la Fict chiede «politiche di prevenzione organiche e strutturali, con finanziamenti stabili, che consentano percorsi educativi continuativi che coinvolgano il territorio e il mondo della scuola». L’elenco delle adesioni delle forze politiche agli impegni presentati dalla Fict sarà disponibile sul sito www.progettouomo.net

Fonte: Sir
Elezioni: Fict, manifesto in tre punti contro le dipendenze
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento