Italia
stampa

Gioco azzardo: Slotmob, «aspettiamo fatti concreti»

Il 18 dicembre, presso la sala stampa di Montecitorio, una rappresentanza del movimento Slotmob ha incontrato i parlamentari Preziosi, Baroni, Basso, Mantero, Endrizzi, Binetti, Paglia e Sberna chiedendo di sbloccare l’iter del testo unificato - a firma Binetti - per la prevenzione, la cura e la dipendenza da Gap (Gioco d’azzardo patologico).

Il testo - ricorda una nota diffusa oggi dal movimento - è al momento bloccato alla Commissione Bilancio della Camera. In due anni di governo, l’attuale maggioranza non ha fatto nulla per regolamentare il gioco d’azzardo ma ha solo sostenuto gli interessi di pochi gruppi privati (ad es. opportunità concessa alle concessionarie di transare sulla maxi sanzione di 2,5 miliardi di Euro e la legge scandalo - poi ritirata - che minacciava di tagliare i fondi agli enti locali che avessero approvato leggi per limitare l’espansione dell’azzardo sui propri territori).

In queste ore, ricorda Slotmob, il governo ha approvato un emendamento, che consente al ministero dell’Economia e delle Finanze - su richiesta dei Monopoli - di prendere provvedimenti per rilanciare quei «giochi» che nell’ultimo triennio abbiano subito un calo delle giocate e del gettito erariale del 15%.

«Mentre, da una parte, il governo Renzi stanzia, nella legge di stabilità, 50 milioni di euro per la cura dei giocatori patologici, dall’altra, si contraddice, sostenendo i ‘giochi’ che ‘rendono meno’ e che sono la causa della dipendenza stessa contraddicendo in tal modo quel ‘rilancio morale’ del Paese che il presidente Renzi non cessa di ripetere», denuncia Slotmob, che chiede al Governo, alla maggioranza e ai gruppi parlamentari «di chiarire ai cittadini la propria posizione sulla piaga dell’azzardo» e ai singoli parlamentari «di smarcarsi nettamente dalla linea dei propri partiti, per i provvedimenti gravissimi che altrimenti sarebbero approvati». Ora «ci aspettiamo fatti concreti: i banchi di prova saranno la delega fiscale e l’esito dell’iter di approvazione del testo unificato a firma Binetti».

Slot Mob proseguirà «la sua azione di presa di coscienza insieme a tutti gli altri movimenti con i quali condivide una visione della società e del mercato civile diversa da quella che i protagonisti dell’azzardo stanno tentando in tutti i modi di imporre, con la complicità di una politica distratta (o consenziente?)».

Il comitato promotore di Slot Mob è costituito da Daniele Albanese, Leonardo Becchetti, Luigino Bruni, Luana Canova, Carlo Cefaloni, Flavia Cerino, Gabriele Mandolesi, Francesco Naso, Vittorio Pelligra, Luca Raffaele, Giuseppe Riccio, Alessandra Smerilli, Alfredo Sguglio, Ivan Vitali.

Fonte: Sir
Gioco azzardo: Slotmob, «aspettiamo fatti concreti»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento