Italia
stampa

Gioco d’azzardo: don Zappolini («Mettiamoci in gioco»), divieto assoluto di pubblicità

Divieto assoluto di pubblicità al gioco d’azzardo e identificazione dei giocatori (insieme alla tracciabilità del denaro) attraverso l’utilizzo della tessera sanitaria: sono le due proposte per combattere la dipendenza e il riciclaggio che presenterà domani la Campagna Mettiamoci in gioco in un incontro a Roma (ore 13.30, piazza della Torretta 36, presso Associazione stampa romana).

Percorsi: Cnca - Gioco d'azzardo
Gioco d'azzardo (Foto Sir)

La Campagna chiederà a governo e parlamento di approvare provvedimenti seri e a costo zero per lo Stato, per contrastrare le maggiori criticità del settore.  «C’è già una proposta di legge in tre articoli che vieta la pubblicità al gioco d’azzardo, firmata dalla metà dei parlamentari – spiega al Sir don Armando Zappolini, portavoce della Campagna ‘Mettiamoci in gioco’ – ma non riusciamo a capire come mai, dopo 200 giorni, non è stata ancora calendarizzata». Domani sarà dunque l’occasione per chiedere l’avvio dell’iter parlamentare, con richieste formali al governo, alla Camera dei deputati e al Senato. «Sarebbe il primo passo concreto per una inversione di tendenza – precisa – perché avvierebbe un dibattito sulla pericolosità del gioco d’azzardo, come avvenuto per la messa al bando della pubblicità sul fumo».

L’altra proposta contro il gioco d’azzardo - spiega ancora don Zappolini - consiste nell’identificazione dei giocatori (insieme alla tracciabilità del denaro) attraverso l’utilizzo della tessera sanitaria. «Chiediamo che possa essere inserita nelle macchinette la tessera sanitaria – spiega -: questo permetterebbe di individuare i giocatori patologi o evitare il rischio di un utilizzo eccessivo, di prevenire il gioco dei minori e di tracciare l’uso del denaro per combattere le attività di riciclaggio da parte delle mafie». Entrambe le proposte, precisa don Zappolini, «sarebbero facilmente realizzabili e non costerebbero nulla allo Stato, perché la proposta di legge, formata da soli tre articoli, non ha bisogno nemmeno del parere della Commissione Bilancio». Alla conferenza stampa interverranno, oltre a don Zappolini, i due firmatari della proposta di legge: Lorenzo Basso, deputato Pd e Giovanni Endrizzi, senatore M5S. Coordina i lavori la giornalista Nadia Angelucci.

Fonte: Sir
Gioco d’azzardo: don Zappolini («Mettiamoci in gioco»), divieto assoluto di pubblicità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento