Italia
stampa

Incidente Porto di Genova, Franzi (Stella Maris): Una immane tragedia

«La Stella Maris di Genova esprime vicinanza alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie per l'immane tragedia che ha colpito il porto della città, la città e il mondo marittimo italiano». Così Massimo Franzi, diacono responsabile della «Stella Maris Genova» e presidente della Federazione nazionale «Stella Maris», in merito alla tragedia che si è verificata ieri sera nel porto della città ligure: una nave portacontainer ha sbagliato manovra e ha urtato la torre piloti, in zona molo Giano, provocandone il crollo.

Percorsi: Mare - Trasporti
Parole chiave: Stella Maris (10)

Cinque persone sono morte, quattro sono rimaste ferite, mentre il bilancio provvisorio dei dispersi è fermo a cinque (di cui almeno due sepolti dalle macerie). «Con i piloti e con tutto il corpo della Capitaneria di porto - afferma il diacono - collaboriamo giornalmente per il nostro servizio di apostolato sulle navi» per cui «a loro va tutta la nostra solidarietà e cristiana speranza».

Franzi ricorda che «sulla Torre era stata ricollocata la Statua di Maria Regina di Genova, ritrovata nei fondali del porto dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale» affermando che, «ancora una volta, Maria Santissima è scesa in mare con i suoi figli per condividerne le sorti».

Il responsabile fa poi sapere che «il direttore nazionale dell'apostolato del mare e il cardinale Antonio Maria Vegliò, presidente del Pontificio Consiglio per i migranti al quale l'apostolato del mare mondiale fa capo, hanno espresso la loro solidarietà e vicinanza alla città». Domani pomeriggio, alle 18.30, nella sede della «Stella Maris» di Genova, verrà celebrata una Messa «per invocare dal Signore il conforto per tutti».

Fonte: Sir
Incidente Porto di Genova, Franzi (Stella Maris): Una immane tragedia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento