Italia
stampa

Incidente Porto di Genova: Omi, mons. Pelvi scrive ai familiari delle vittime

Una lettera per manifestare vicinanza e preghiera alle famiglie degli 8 marittimi che hanno perso la vita a Genova nell'incidente avvenuto nell'area portuale. Ad inviarla oggi è monsignor Vincenzo Pelvi, arcivescovo ordinario militare per l'Italia (Omi).

Percorsi: Mare - Trasporti
Parole chiave: Genova (9), Vincenzo Pelvi (17)

 Nel testo, pervenuto al Sir, mons. Pelvi parla di «morte atroce» e di «disperazione del dolore inatteso». «Rivivo con te l'accaduto nel silenzio - scrive il vescovo castrense rivolgendosi ai familiari - quello che vivi suscita in me una forte commozione. Capisco la tua tristezza incolmabile e quella solitudine scaturita dalla delusione: quei ricordi, progetti e pensieri belli da cui purtroppo la morte ti ha allontanato per l'assenza di chi da sempre ami e che non puoi abbracciare neppure per un istante».

«Anche se inspiegabile, la morte dei nostri cari risveglia l'audacia di tuffarci dentro una ragione più grande - si legge nella lettera - là dove l'uomo si ferma, Dio riparte: Io sono la risurrezione. La tua ferita può guarire, perché Dio amore abita anche i giorni difficili della prova. Non sei sola, famiglia cara».

Nella lettera mons. Pelvi invita le famiglie a partecipare al Pellegrinaggio militare internazionale a Lourdes, (24 al 27 maggio) «per afferrare la mano dell'Immacolata, certo che il suo sorriso ti donerà la serenità di cui hai bisogno». I funerali delle vittime non sono stati ancora fissati.

Fonte: Sir
Incidente Porto di Genova: Omi, mons. Pelvi scrive ai familiari delle vittime
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento