Italia
stampa

Ius soli. Biffoni: da fare, non c'entra con sbarchi e accoglienza

Il dibattito sulla legge per lo ius soli «doveva essere tenuto fuori dalle discussioni sugli sbarchi, sull'accoglienza dei profughi, perché si tratta di un tema completamente diverso. Ed è una riforma del diritto di cittadinanza e mi auguro davvero che il Parlamento riesca ad approvarla». Lo spiega il sindaco di Prato Matteo Biffoni, che in Anci è il responsabile nazionale immigrazione.

Percorsi: Immigrati - Parlamento - Politica
Parole chiave: Ius soli (4)
Matteo Biffoni, sindaco di Prato e delegato Anci per l'immigrazione

«Chi si oppone allo ius soli – aggiunge - molto spesso parla di altro e non di quello previsto dalla legge». Inoltre, prosegue, lo ius soli «è già nei fatti: sono i nostri ragazzi, che nascono qui, da genitori qui da tanti anni e Prato ne è un esempio incredibile».

Ragazzi «che frequentano le nostre scuole, che vanno nelle nostre società sportive, nelle nostre parrocchie, nei nostri giardini». Poi, continua, «diventeranno cattolici, musulmani, ebrei. Tiferanno Juve, Fiorentina, Milan o Inter e faranno loro scelte politiche. Ma abbiamo bisogno di creare in loro una relazione affettiva con il territorio che li fa crescere». Lo ius soli «era questo ed è questo. E credo che una volta entrati nel merito, difficilmente si possa considerare in modo diverso questo discorso».

Politicamente, però, «capisco che sia complicato, perché la costruzione delle maggioranze in questo momento al Senato è molto difficile. Poi si avvicina la campagna elettorale e il tema è poco popolare. Però- conclude- ancora mi auguro che si possa dare a questo Paese una legge di buon senso.

Fonte: Agenzia Dire
Ius soli. Biffoni: da fare, non c'entra con sbarchi e accoglienza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento