Italia
stampa

L'astronauta ai piccoli del Bambin Gesù: «Da quassù il mondo è senza confini»

Collegamento riuscito oggi pomeriggio tra l’astronauta italiano Luca Parmitano e i piccoli pazienti dell‘Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. In collegamento dalla stazione spaziale Parmitano ha risposto via radio alle domande poste dai bambini.

Percorsi: Bambini
Parole chiave: luca parmitano (1), spazio (8)

«Visto da quassù il mondo appare senza confini», ha detto a chi gli chiedeva quale fosse la scoperta più bella che aveva fatto. «E le stelle, in mancanza di atmosfera - ha aggiunto -, si vedono colorate: sono rosse, gialle blu». Non solo: «La terra è bellissima, un gioiello blu in mezzo al nero». «Chi ti cura se ti ammali?», gli ha chiesto un piccolo paziente. «Ognuno di noi ha fatto dei corsi di primo livello, ormai sono un mezzo dottore anch’io. Ma se stiamo male ci seguono dalla Terra». E poi la domanda inevitabile: «Gli alieni li hai incontrati?». «Gli alieni li ho visti sulla terra - ha risposto -, di cose strane ne ho viste tante».

La voce dell‘astronauta ha raggiunto la ludoteca dell‘Ospedale pediatrico alle 14:36 approfittando del passaggio sopra l‘Europa della stazione spaziale. Luca resterà sulla Stazione spaziale internazionale per circa sei mesi per effettuare moltissimi esperimenti. La sua missione, battezzata «Volare», è una missione dell’Agenzia spaziale italiana. La stazione spaziale sulla quale si trova è il più grande laboratorio in orbita, ampio quanto un campo di calcio.

Fonte: Sir
L'astronauta ai piccoli del Bambin Gesù: «Da quassù il mondo è senza confini»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento