Italia
stampa

Lavoro: Acli, a Cortona per dire che «non è finito»

«Di fronte al rischio di una riduzione del lavoro a mero strumento per fare profitto», ci vuole «una prospettiva economica radicalmente nuova». Ne sono convinte le Acli, che dal 19 al 20 settembre organizzano l'annuale incontro nazionale di studi a Cortona, sul tema «Il lavoro non è finito. Un'economia per un lavoro buono e giusto».

Percorsi: Acli - Cortona - Lavoro

Per le Acli, la «prospettiva radicalmente nuova» è quella indicata sia nell'enciclica Caritas in veritate, che nell'esortazione apostolica Evangelii Gaudium, perché «per imprimere un cambiamento - scrivono in una nota - occorre ricominciare dal lavoro, dal senso del lavoro per l'uomo e per la comunità». Il lavoro, insomma, come «chiave di lettura del contesto attuale caratterizzato dall'aumento delle disuguaglianze, dalla crisi della democrazia e dall'estensione di troppi fronti di guerra».

Durante le tre giornate dell'Incontro di studi si metteranno a confronto con l‘aiuto di un nutrito gruppo di ospiti ed esperti, prospettive diverse legate al lavoro: da quella economica a quella filosofica, giuridica, sociologica, artistica. Non mancherà l'interlocuzione con il mondo della politica con dei rappresentanti delle istituzioni e del governo sui temi caldi del prossimo autunno, come la legge di stabilità, il superamento delle politiche di austerità, il fisco, la lotta alla povertà, le riforme istituzionali. Info: www.acli.it.

Lavoro: Acli, a Cortona per dire che «non è finito»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento