Italia
stampa

Mattarella presidente: Azione cattolica, «Gioia e fiducia. Lunga militanza in Ac»

L'Azione Cattolica italiana «saluta con gioia e fiducia l'elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica Italiana». La nomina «ci è particolarmente cara in virtù della sua lunga militanza in Azione Cattolica, dell'affetto e della gratitudine con cui egli ha sempre guardato all'associazione».

«Nella vita personale - segnata dal martirio del fratello Piersanti per mano della mafia - come nell'impegno politico, Sergio Mattarella ha dimostrato serietà, competenza e integrità morale. La lunga esperienza a servizio delle istituzioni garantisce che egli saprà interpretare con imparzialità e correttezza il ruolo di garante della Costituzione, degli alti valori e del complesso di diritti e doveri che sono fondamenta della nostra comunità nazionale». Una nota della presidenza nazionale dell'Ac giunge nel momento stesso dell'elezione del nuovo Capo dello Stato. «Il Parlamento ha compiuto una scelta felice nell'eleggere il Presidente Mattarella, uomo del dialogo ma non del compromesso al ribasso, sempre protagonista di un'azione politica intesa come servizio alla costruzione del bene comune». «In un tempo così complesso della storia italiana, le forze politiche tutte siano chiamate a farsi carico delle difficoltà profonde del Paese, nella diversità dei ruoli di maggioranza e opposizione dovuti alla legittima competizione democratica, ma anche in un'auspicabile convergenza cooperativa sui valori di fondo».

La presidenza di Ac aggiunge: «Siamo certi che Sergio Mattarella, da Presidente di tutti gli italiani, saprà esercitare la necessaria azione di garanzia e di stimolo presso Governo e Parlamento: occorre infatti dare risposte alle vecchie e nuove povertà messe in luce dalla crisi economica, e intraprendere quel rinnovamento morale - tante volte invocato anche dal Presidente uscente, Giorgio Napolitano - che è strada irrinunciabile per risanare il rapporto tra cittadini e istituzioni, e per garantire l'unità, la pace, la vitalità sociale, economica e culturale della nostra Italia». La nota dell'Azione Cattolica afferma ancora: «Nel 2010, in occasione dei festeggiamenti per il centenario del Movimento studenti di Azione Cattolica, ricordando di essere stato responsabile del Movimento per l'Ac di Roma e del Lazio tra il 1960 e il 1964, ebbe a dire: ‘L'esperienza di quell'impegno, e soprattutto i riferimenti di valore su cui si fondava e quel che ho ricevuto per alimentarlo, hanno disegnato il mio senso della vita e la mia fisionomia come persona. Non si tratta, quindi, di ricordi: il contenuto essenziale di quel periodo, straordinario ed entusiasmante, è per me, per la mia vita, pienamente attuale'. «Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il nostro augurio di buon lavoro. Le donne e gli uomini di Ac di tutte le età le sono vicini, e riconfermano in questa felice occasione il loro impegno a spendersi a servizio della democrazia e della Repubblica, accanto alle persone che vivono le difficoltà e le speranze della nostra Italia».

Fonte: Sir
Mattarella presidente: Azione cattolica, «Gioia e fiducia. Lunga militanza in Ac»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento