Italia
stampa

Nozze gay: Forum famiglie, sentenza Cassazione è iniezione di ragionevolezza

La Cassazione con la sua sentenza di ieri ha nuovamente confermato un orientamento giurisprudenziale che riafferma con chiarezza diversi punti importanti, e ha introdotto un importante elemento di novità. Lo afferma in una nota il Forum delle associazioni familiari, parlando di «iniezione di ragionevolezza».

Parole chiave: Coppie gay (62), Unioni civili (21)

Tra i punti confermati, l'impossibilità d'introdurre in Italia il matrimonio tra persone dello stesso sesso, l'affermazione che il divieto di matrimonio tra queste persone non costituisce in alcun modo discriminazione nei loro confronti, il loro diritto, ad «un grado di protezione e tutela equiparabile a quello matrimoniale» esclusivamente quando si tratta di diritti fondamentali. Le convenzioni internazionali «non obbligano in alcun modo a introdurre il matrimonio omosessuale, ma lo lasciano alla piena autonomia della legislazione nazionale».

L'elemento di novità introdotto, che indica la strada che il legislatore potrà percorrere, è la sottolineatura dell'esigenza di un «trattamento omogeneo di tutte le situazioni che presentano un deficit o un'assenza di tutela dei diritti dei componenti l'unione derivante dalla mancanza di uno statuto protettivo delle relazioni diverse da quelle matrimoniali». In altre parole, conclude il Forum, «il legislatore deve regolamentare le unioni di fatto senza distinzioni tra quelle tra stesso sesso e sesso diverso, distinguendole dalla famiglia fondata sul matrimonio».

Fonte: Sir
Nozze gay: Forum famiglie, sentenza Cassazione è iniezione di ragionevolezza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Avatar
alberto savio 11/02/2015 12:10
Occorre cambiare la Costituzione
Occorre cambiare la Costituzione per andare incontro alla realtà di famiglie omosessuali già esistenti. Non vi è d'introdurre in Italia il matrimonio tra persone dello stesso sesso se c'è la volontà di andare incontro a questa realtà invece di negarla o discriminarla. Infatti le convenzioni internazionali «non obbligano in alcun modo a introdurre il matrimonio omosessuale, ma lo lasciano alla piena autonomia della legislazione nazionale» che quindi può introdurre i matrimoni egualitari.

Totale 1 commenti

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento