Italia
stampa

Primarie del Pd, Renzi sopra il 70%. In Toscana quasi all'80%, ma affluenza in calo

Le primarie del Pd restituiscono a Matteo Renzi la guida del partito. I risultati (ancora non definitivi) lo attestano al 71,1%, con il ministro della giustizia, Andrea Orlando al 21,1% e il governatore della Puglia, Michele Emiliano al 7,8%. In Toscana Renzi ha sfiorato l'80%, ma i votanti si sono quasi dimezzati rispetto al 2013. A livello nazionale il dato della partecipazione è di 2 milioni, un milione in meno del 2013.

Percorsi: Matteo Renzi - Politica
Parole chiave: Primarie (29), Pd (34)
Un seggio per le primarie del Pd

«Il congresso segna l'inizio di una pagina nuova, non è la rivincita o il secondo tempo della solita partita», ha dichiarato a caldo Matteo Renzi parlando ieri sera alla sede del Pd. «Ha vinto tutto il Pd ma soprattutto quello che non si è vergognato delle cose fatte in questi anni, della legge sul dopo di noi, delle unioni civili, della legge sul lavoro, perché se ci sono 700mila posti di lavoro in più non possiamo far finta di vergognarcene, il Jobs act è una delle cose più straordinariamente di sinistra fatte».

«Oggi - ha detto l'ex premier, mostrando moderazione- abbiamo fatto qualcosa di straordinario, la democrazia è la possibilità di scegliere, grazie ai volontari, chi vi ha preso in giro non vi conosce. Il primo grazie ad Andrea Orlando e Michele Emiliano». «Grazie alla straordinaria passione con cui Emiliano ha posto alcuni temi a iniziare dal Sud, assolutamente prioritario per il Paese. E alla forza con cui Orlando ha insistito sulla necessità di unire il partito e il Paese. Abbiamo bisogno di imparare dalle altre mozioni e lo faremo».

Renzi ha anche confermato il suo appoggio al premier: «Grazie a tutte le amiche e gli amici che lavorano nel governo del Paese a iniziare da Gentiloni – ha dichiarato -, a cui tutto il sentimento della nostra vicinanza e amicizia. Ci attendiamo molto da tutti voi che lavorate nel governo e lavoreremo al vostro fianco con molta convinzione».

Il suo diretto concorrente, il ministro della Giustizia Andrea Orlando, ammette la sconfitta. «Larga vittoria di Renzi, gli ho già telefonato per augurargli buon lavoro». «Ora insieme - ha aggiunto - per battere la peggior destra del Paese. Sono convinto che il partito costruirà il centro sinistra». Il governatore pugliese, Michele Emiliano, ha chiamato Matteo Renzi per congratularsi con lui e offrirgli «collaborazione leale». «Renzi - ha dichiarato Emiliano - ha detto che dobbiamo vederci presto. Nella sua voce ho sentito un pizzico emozione che mi fa sperare abbia imparato la lezione».

In Toscana, rende noto il Pd, Renzi ha ottenuto il 79,12% dei voti, pari a 165.862. Andrea Orlando ha raccolto il 17% dei voti (35.647), Michele Emiliano il 3,88 (8.135). In totale i votanti sono stati 210.867.

Renzi ha vinto in tutti e 13 i collegi, superando l'80% in 7, col risultato migliore, 84,48%, in quello dell'Empolese. La percentuale più bassa per l'ex premier, pari al 68,73%, nel collegio di Massa Carrara dove invece ha ottenuto il suo miglior risultato Andrea Orlando con il 28,4% dei voti. Nel collegio di Lucca invece il risultato migliore per Emiliano: 5,52%. Riguardo al voto nel capoluogo toscano, diviso in tre collegi, Renzi ha ottenuto a Firenze città il 79,19%, a Firenze Nord l'80,96%, a Firenze sud 81,33%.

Primarie del Pd, Renzi sopra il 70%. In Toscana quasi all'80%, ma affluenza in calo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento