Italia
stampa

Rifugiati: card. Vegliò, «A Lampedusa un centro europeo per accoglierli»

«Sarebbe augurabile che Lampedusa diventasse un centro europeo per accogliere queste persone che vengono a cercare speranza, in modo tale che le responsabilità siano condivise da tutta l'Europa»: così il card. Antonio Maria Vegliò, presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, risponde alla domanda dei giornalisti sulla proposta di creare, in via sperimentale, un Centro europeo di prima accoglienza a Lampedusa.

Percorsi: Profughi
Parole chiave: Lampedusa (121), rifugiati (46), Antonio Maria Vegliò (2)

Una richiesta che viene dai promotori della veglia di preghiera in memoria delle vittime dei viaggi verso l'Europa, in corso ora nella chiesa di S. Maria in Trastevere a Roma. «Non è giusto che un Paese sia lasciato solo ad affrontare questo fenomeno - ha detto il card. Vegliò -, anche perché spesso chi sbarca, soprattutto gli africani, non restano in Italia ma vanno a cercare lavoro e fortuna in altri Paesi europei». Riguardo all'impegno dell'Italia sul tema dei richiedenti asilo e rifugiati il card. Vegliò pensa che «ha fatto dei progressi, ma potrebbe fare di più, anche perché noi abbiamo solo 55 mila rifugiati, rispetto ai 500 mila in Germania e ai 200 mila in Francia».

La veglia è organizzata da Comunità di Sant'Egidio, Centro Astalli, Caritas Italiana, Fondazione Migrantes, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Acli.  

Fonte: Sir
Rifugiati: card. Vegliò, «A Lampedusa un centro europeo per accoglierli»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento