Italia
stampa

Selezione embrioni: Scienza & Vita, «sconcerto per sentenza Corte Costituzionale»

«Accogliamo con sconcerto la sentenza odierna con cui la Corte Costituzionale stabilisce che è possibile selezionare all’origine gli embrioni in base al loro grado di salute, legalizzando, di fatto, una discriminazione tra i nascituri»: lo afferma Paola Ricci Sindoni, presidente nazionale dell’Associazione Scienza & Vita. 

Fecondazione (foto Sir)

«Comprendiamo il dolore e la sofferenza di tutte le coppie portatrici di una malattia genetica, ma – sostiene Ricci Sindoni – purtroppo siamo certi che una volta stabilito per sentenza, e al massimo grado, che è possibile selezionare gli esseri umani in base alla perfezione della loro mappa genetica, le storture saranno inevitabili e andranno nella direzione della massima discriminazione verso i disabili». «Come non pensare che in futuro chiunque ricorra alla Pma non voglia accedere alla possibilità predittiva di sapere tutto del nascituro e scegliere solo il più ‘adatto’? Decretare che è un diritto dei genitori decidere quale dei loro figli possa nascere è un’ipotesi sconvolgente che va contro ogni principio di civiltà», conclude la presidente di Scienza & Vita.

Fonte: Sir
Selezione embrioni: Scienza & Vita, «sconcerto per sentenza Corte Costituzionale»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento