Italia
stampa

Servizio civile: accordo Fao-Focsiv, giovani volontari contro fame e povertà

Grazie all’accordo sottoscritto ieri dal vicedirettore generale della Fao per i programmi, Daniel Gustafson, e dal presidente di Focsiv, Gianfranco Cattai, durante il Forum Eu Members’ Meeting, presso la sede romana della Fao, giovani volontari italiani italiani saranno impegnati nella lotta alla fame, alla povertà e alla malnutrizione e nella promozione della sicurezza alimentare e dello sviluppo rurale. 

Percorsi: Focsiv - Pace - Servizio civile
Giovani in servizio civile

«Questa nuova collaborazione», ha affermato Gustafson, «contribuirà all’impegno della nostra Agenzia affinché i paesi raggiungano i propri obiettivi nel contesto dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, ma offrirà anche l’opportunità agli uffici Fao di scoprire nuovi modi per raggiungere il pubblico più giovane».

Per il sottosegretario del ministero del Lavoro e delle politiche sociali Luigi Bobba, «potersi impegnare in progetti connessi alla sicurezza alimentare e allo sviluppo rurale» arricchirà «il percorso di tanti giovani anche nei percorsi formativi e lavorativi». Di «grande occasione di apprendimento» parla Gianfranco Cattai, presidente Focsiv che in 45 anni ha selezionato e inviato circa 20mila ragazzi «in tante periferie del mondo».

La firma dell’accordo avviene mentre è ancora aperto per le candidature il Bando per 47.529 posti da volontario per il Servizio civile nazionale. Dei quasi 800 volontari che partiranno per l’estero più del 40% saranno selezionati da Focsiv. In questi stessi giorni, infine, si sta svolgendo il corso di formazione del primo contingente dei Corpi civili di pace.

Fonte: Sir
Servizio civile: accordo Fao-Focsiv, giovani volontari contro fame e povertà
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento