Lettere
stampa

Il Natale cancellato dai canti natalizi

Un lettore ci scrive a proposito dei canti di Natale censurati in una scuola fiorentina.

Credo che non possa essere accettata come presunzione di affermazione di diritti di libertà la manifestazione di volgare laicismo che ha portato nella scuola elementare Ambrosoli di Firenze alla decisione di «mutilare» una canzone della recita natalizia, perché qualche parola è stata ritenuta da un genitore lesiva del pluralismo educativo. Ormai il buonismo di taluni, accompagnato purtroppo dal colpevole lassismo di altri, ha invaso la nostra cultura e offende anche valori che non sono esclusivamente riconducibili a radici confessionali. Troppo superficiale cancellare il Natale come festa della natività di Cristo cercando di sostituirgli neutrali surrogati come la festa della luce e ritenere che il Presepe offenda l’altrui sensibilità; per me questa è pura ipocrisia ammantata di disonestà intellettuale, perché in Italia a nessuno è impedito di professare un culto diverso da quello cattolico, né di fare aperta professione di ateismo, ma in verità dietro queste posizioni a mio avviso non c’è l’opinione di chi teorizza la libertà di religione , ma la «libertà dalla religione», specialmente se cattolica.

Daniele Bagnai
Firenze

Episodio inquietante, sul quale siamo subito intervenuti con un commento sul nostro sito www.toscanaoggi.it («Il Natale “sbianchettato” a scuola»). Insegnanti e dirigenti avranno agito sicuramente in buona fede, ma dimostrando di non aver chiaro cosa significhi «educare». Quale possibilità di incontro può esserci tra culture, tradizioni e fedi diverse se ciascuno deve nascondere la propria identità?

Claudio Turrini

Il Natale cancellato dai canti natalizi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento