Mondo
stampa

Attentati Boston, card. O'Malley: «Dolore profondo per atti insensati di violenza»

La Chiesa cattolica di Boston si stringe oggi con tutta la città e gli «uomini di buona volontà» nel «dolore profondo per gli atti insensati di violenza» che hanno colpito nel cuore gli Stati Uniti e la storica Maratona di Boston, dove ieri, alle alle 14,50 (ora locale), due ordigni di fattura artigianale sono esplosi a pochi secondi di distanza l'uno dall'altro, causando la morte di tre persone (di cui un bambino di 8 anni) e il ferimento di 140 persone.

Percorsi: Terrorismo - Usa

In un comunicato diffuso dall'arcidiocesi di Boston il cardinale Sean P. O'Malley assicura le preghiere di tutta la comunità cattolica, stringendosi attorno a coloro che erano presenti sul luogo degli attentati e in particolare alle vittime e ai feriti (clicca qui). Ma il pensiero - prosegue il cardinale O'Malley - va anche al «coraggio e l‘eroismo di molti, soprattutto gli uomini e le donne dei dipartimenti di polizia e vigili del fuoco e dei servizi di emergenza che hanno risposto in pochi istanti a questi tragici eventi». Gratitudine quindi al governatore Patrick, al sindaco Menino e al commissario di polizia Davis che stanno lavorando per «superare questo momento difficile» e garantire «la sicurezza pubblica».

«In mezzo alle tenebre di questa tragedia - è la preghiera finale del cardinale O'Malley - ci rivolgiamo alla luce di Gesù Cristo, luce che abbiamo visto nelle persone che immediatamente si sono date da fare per aiutare chi era nel bisogno. Siamo solidali con i nostri referenti ecumenici e interreligiosi nell‘impegno a testimoniare la grande forza del bene nella nostra società e nel lavorare insieme per la pace».

Fonte: Sir
Attentati Boston, card. O'Malley: «Dolore profondo per atti insensati di violenza»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento