Mondo
stampa

Ban Ki-moon: pronti a ricostruire Gaza, ma per l'ultima volta

Le Nazioni Unite sono pronte a contribuire alla ricostruzione della Striscia di Gaza, ma per l'ultima volta, perché "l'insensato ciclo di sofferenze a Gaza e in Cisgiordania, così come in Israele, deve finire". E' quanto ha dichiarato oggi il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, aprendo una sessione speciale dell'Assemblea generale richesta dai paesi arabi.

Percorsi: Gaza - Israele - Onu - Palestina

Dopo tre guerre in sei anni "dobbiamo continuare ancora a costruire, distruggere, e costruire e poi ancora distruggere? - ha sottolineato Ban - noi ricostruiremo ancora, ma questa deve essere l'ultima volta. Tutto questo deve finire ora". Il segretario generale dell'Onu ha quindi rimarcato la necessità che la tregua umanitaria di 72 ore in corso da ieri mattina nell'enclave palestinese porti a un "cessate il fuoco duraturo" e a negoziati volti a risolvere "le cause profonde" del conflitto. Si tratta, ha precisato, di "revocare il blocco (imposto da Israele) e di affidare Gaza a un governo palestinese unito che rispetti gli impegni dell'Olp". Denunciando quindi "la catastrofe umanitaria" in atto a Gaza, Ban ha invitato i paesi membri a "rispondere rapidamente e generosamente ai bisogni urgenti" della popolazione. Quattro settimane di combattimenti hanno causato la morte di 1.875 palestinesi e di 67 israeliani e hanno costretto quasi metà della popolazione di Gaza, pari a 1,8 milione, ad abbandonare le proprie abitazioni. (fonte Afp)

Fonte: Asca
Ban Ki-moon: pronti a ricostruire Gaza, ma per l'ultima volta
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento