Mondo
stampa

Egitto: vertice Ue, «soluzione politica». Si pensa a congelamento fondi

La ricerca di una “soluzione politica” per l’Egitto, la “revisione dei rapporti” tra Europa comunitaria e Il Cairo, la possibilità di un congelamento degli aiuti finanziari provenienti dall’Ue, l’attenzione al ripristino dello Stato di diritto e alle prioritarie necessità della popolazione, lo sguardo sul complesso quadro regionale. Sono i temi al centro del Consiglio straordinario dei ministri degli esteri dell’Unione europea, convocato per oggi a Bruxelles dall’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza, Catherine Ashton.

Percorsi: Egitto - Unione Europea

I capi delle diplomazie dei 28 si ritroveranno a mezzogiorno e proseguiranno le discussioni fino al pomeriggio inoltrato, a partire da un documento steso dalla stessa Ashton, rimasta sempre a stretto contatto con il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e con quello della Commissione José Manuel Barroso.

In particolare Van Rompuy ha tenuto i contatti con alcune cancellerie europee (ieri, ad esempio, ha sentito al telefono il presidente francese Hollande). L’Ue ribadirà - come hanno scritto in una dichiarazione congiunta Van Rompuy e Barroso - che non ci sono alternative al dialogo tra le parti in causa in Egitto; che ogni violenza deve cessare immediatamente; che occorre tornare al più presto al voto per dare al Paese un governo legittimo in mano ai civili. Non si esclude dunque un simbolico congelamento dei 5 miliardi di fondi stanziati dall’Ue per sostenere le riforme dell’Egitto del dopo Mubarak.

Fonte: Sir
Egitto: vertice Ue, «soluzione politica». Si pensa a congelamento fondi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento