Mondo
stampa

Gran Bretagna: sul sì ai matrimoni gay documento dei vescovi cattolici

«Molte persone all‘interno e fuori delle comunità di fede sono profondamente convinte che lo Stato non dovrebbe cercare di cambiare il significato fondamentale del matrimonio. Questa proposta di modifica della legge è molto più profonda di quanto sembra». La Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles rilancia il lungo documento redatto dal primate cattolico Vincent Nichols e dall'arcivescovo Peter Smith il giorno in cui la Camera dei Comuni ha approvato con una maggioranza di 366 contro 161 la legislazione sui matrimoni gay.

Percorsi: Inghilterra
Parole chiave: matrimoni gay (12)

Nel documento i vescovi fanno notare come con la nuova legislazione «il matrimonio diventerà un'istituzione in cui l'apertura ai figli e, con essa, la responsabilità per padri e madri di rimanere insieme per occuparsi dei bambini nati nella loro famiglia, non è più al centro dell'interpretazione che la società dà dell'istituzione matrimonio».

I vescovi hanno anche proposto una serie di emendamenti che puntano a tutelare la libertà di parola in quanto secondo l'episcopato cattolico (ma anche anglicano) «il disegno di legge nella sua attuale formulazione comporta gravi rischi per la libertà di parola e la libertà di religione». Ai membri, i vescovi chiedono che sia garantite con l'approvazione di emendamenti «queste libertà fondamentali che tutti noi amiamo sono chiaramente e palesemente salvaguardati».

Gran Bretagna: sul sì ai matrimoni gay documento dei vescovi cattolici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento