Mondo
stampa

Nigeria: rapito il rettore del seminario di Tansi, già chiesto il riscatto

È stato rapito in Nigeria il rettore del seminario maggiore di Tansi padre Emmanuel Dim, secondo quanto riferito ai media locali da padre Hyginus Aghaulor, direttore delle comunicazioni sociali della diocesi di Nnewi, nello Stato Anambra, nella Nigeria sud-orientale.

Il rapimento sarebbe avvenuto la sera del 26 settembre, lungo la strada Nkpologwu/Nimbo nello Stato di Enugu. I responsabili sarebbero alcuni pastori Fulani armati, che hanno bloccato l’automobile sulla quale viaggiava padre Dim insieme ad altri due sacerdoti. Nell’assalto sono rimasti feriti gli altri due sacerdoti. I rapitori hanno chiesto un riscatto di 2,5 milioni di naira. «La Conferenza episcopale della Nigeria – ha precisato p. Aghaulor – ha vietato il pagamento di qualsiasi riscatto nel caso del rapimento di sacerdoti» . Padre Aghaulor ha ricordato che nella stessa giornata anche «un padre vincenziano il cui nome deve essere ancora confermato, è stato rapito insieme a suo fratello lungo la strada Abuja-Lokoja; un altro sacerdote cattolico, padre Emmanuel Ugwu, venne rapito il 9 agosto 2014 lungo la strada Ugwuogo-Nike-Opi, mentre poche settimane fa un seminarista è stato ucciso a sangue freddo ad Attakwu, nello Stato di Enugu». «Ci si chiede se i preti cattolici siano diventati una specie a rischio», ha affermato padre Aghaulor, secondo il quale  le autorità locali e il governo federale non stanno facendo nulla per proteggere gli abitanti dalle violenze dei pastori Fulani: «Mentre la gente innocente è senza protezione, i militari proteggono gli oleodotti nel Delta del Niger, come se il petrolio fosse più importante delle persone».

Fonte: Sir
Nigeria: rapito il rettore del seminario di Tansi, già chiesto il riscatto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento