Mondo
stampa

Siria: Aibi, attacco al forno a Binnish, con 70mila persone rimaste senza pane, due morti e 7 feriti

Amici dei Bambinirivela che il 22 luglio scorso un raid attribuito da fonti locali all'aviazione russa ha distrutto il forno di Binnish, gestito dall’associazione locale di volontariato Goth. Era l'unico forno della zona e serviva almeno 70 mila persone.

Siria: Aibi, attacco al forno a Binnish, con 70mila persone rimaste senza pane, due morti e 7 feriti

«Venerdì scorso, 22 luglio, il forno di Binnish, in Siria, che Amici dei Bambini (Aibi) ha riattivato a inizio 2015 e la cui gestione è attualmente affidata all’associazione locale di volontariato Goth, è stato interamente distrutto e reso inagibile da un attacco aereo che i locali attribuiscono all’aviazione russa. Stando a un primo, sommario report condiviso dai referenti di Goth, il forno sarebbe stato colpito da un missile aria-terra di precisione, che ha danneggiato l’edificio ospitante per il 60% e i macchinari per circa il 45%». Lo rende noto oggi, in un nota, l’Aibi. Ma, prosegue la nota, «il danno più grave si registra a livello di vite umane: ben due persone dello staff che seguiva le attività di produzione e distribuzione del pane, infatti, sono rimaste uccise nell’attacco, mentre altre sette sono rimaste ferite, due in modo critico».

In termini economici, «sommando i danneggiamenti arrecati alle scorte di farina, ai macchinari e alla struttura, si registra una perdita quantificabile sui 30mila dollari americani. Il forno era l’unico della zona e serviva, oltre che la stessa cittadina di Binnish, anche alcuni villaggi adiacenti, nonché i numerosi sfollati presenti nell’area, per un totale stimato di circa 70mila persone. Attualmente, sempre in base ai primi calcoli effettuati all’indomani del bombardamento, per riparare le parti danneggiate del macchinario occorrerebbero 20mila dollari, mentre per acquistarne uno nuovo ne servirebbero 75mila».

«L’attacco al forno di Binnish non costituisce solamente un colpo diretto al cuore di quelle organizzazioni che, come Aibi e il partner Syrian Children Relief, hanno lavorato duramente, negli scorsi anni, per restituire il diritto di accesso al pane a centinaia di famiglie vulnerabili nella zona; è anche e soprattutto un colpo inferto al morale e alla dignità della stessa comunità locale, che ora si trova nuovamente nell’impossibilità di procurarsi un alimento fondamentale per la propria dieta e la propria cucina – osserva Amici dei Bambini -. Per far fronte all’emergenza, l’associazione Goth ha già organizzato la distribuzione di pane acquistato da paesi limitrofi, ma si tratta di un rimedio temporaneo, in attesa di trovare soluzioni più stabili e durature». Aibi, dal canto suo, «si è già mobilitata per denunciare quanto accaduto alla comunità umanitaria in Turchia e spera di poter presto attivare i canali e la risorse utili per venire, ancora una volta, in soccorso alla martoriata popolazione di Binnish. Mai come ora, infatti, la lotta per il pane in Siria si sta trasformando in una vera e propria sfida per affermare il desiderio di identità, pace e giustizia del popolo siriano».

Fonte: Sir
Siria: Aibi, attacco al forno a Binnish, con 70mila persone rimaste senza pane, due morti e 7 feriti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento