Mondo
stampa

Siria: mons. Nassar (Damasco), «Natale solitario e di desolazione»

Un Natale «solitario e di desolazione» è quello che i cristiani siriani si apprestano a vivere. È quanto scrive monsignor Sami Nassar, arcivescovo maronita di Damasco, nel suo messaggio natalizio, intitolato «I nostri vicini non ci vogliono, non c'è più spazio per noi».

Parole chiave: Natale (115)

«I cristiani d'Oriente - si legge nel messaggio -, una minoranza che vive in un pericoloso crocevia, stanno lottando per prendere la strada della testimonianza. L'ascesa del fanatismo - chiaro il riferimento allo Stato Islamico - l'insicurezza, la carenza e limitazioni di ogni genere minacciano la loro presenza e riducono la loro speranza». Nonostante questo clima di tensione, «il piccolo gregge di fedeli esprime una fede incrollabile, coraggiosa e ferma. Un nuovo rapporto con Dio si afferma nella preghiera silenziosa davanti al Santissimo Sacramento. Hanno il rosario in mano e sono radicati nella loro Chiesa, essi rimangono in solidarietà con i poveri e con una lunga litania dei martiri, seme di cristiani».

«Questi eroi della fede - sottolinea mons. Nassar - sono la forza della Chiesa e l'orizzonte della speranza». La condizione già critica in cui versano i cristiani è aggravata dalla chiusura delle vie di fuga verso Giordania, Iraq e Turchia e ora anche verso il Libano. «Così i nostri fedeli di Damasco si sentono isolati, condannati a vivere in pericolo, e a morire nel loro buco tagliati fuori dai loro parenti e amici che già vivono in Libano. Questa solitudine aggiunge all'angoscia l'amara esperienza del freddo inverno, la triste sensazione dell'abbandono. I nostri fedeli - conclude il messaggio - trascorrono la loro festa di Natale nel freddo gelido del loro ‘presepe domestico' affidandosi al calore della loro fede sotto lo sguardo tenero della Sacra Famiglia».

Fonte: Sir
Siria: mons. Nassar (Damasco), «Natale solitario e di desolazione»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento