Mondo
stampa

Terremoto Nepal: Msf, «interventi mirati nelle zone più isolate»

Sono 38 gli operatori di Medici senza frontiere arrivati in Nepal, con base a Katmandu e Ghorka. La città di Katmandu ha subito un livello di distruzione relativamente basso. La grande maggioranza degli edifici e delle case ha retto al terremoto. Ma moltissime persone dormono all'aperto in tende o ripari di fortuna perché hanno paura di rientrare nelle proprie case a causa delle scosse di assestamento.

Percorsi: Nepal - Terremoti
Parole chiave: Msf (47)
Terremoto in Nepal

Le équipe di Msf stanno cercando di accedere alle aree più remote e isolate per valutare nel più breve tempo possibile la situazione e avviare subito il proprio intervento in base ai bisogni effettivi. La priorità è raggiungere le persone che non hanno ancora ricevuto assistenza. Due importanti ospedali di Katmandu (il Bir Hospital e il Teaching Hospital) hanno accolto molti feriti e stanno finendo le scorte di materiali. Al Bir Hospital i pazienti dormono in tende all'aperto. Un'altra équipe ha effettuato una valutazione aerea via elicottero delle aree circostanti Katmandu. Di 65 villaggi visti, circa 45 risultano distrutti o gravemente danneggiati. Queste aree sono isolate e accessibili soltanto via elicottero.

Un villaggio - Warpak - a 45 chilometri d Ghorka ha subito danni ingenti e un'équipe sta organizzando un intervento mirato. Servono beni di conforto come ripari, materiali per l'igiene e per cucinare. Bhaktapur (a est di Katmandu) è invece molto danneggiata. L'ospedale non ha una sala operatoria funzionante e tutti i casi vengono inviati a Katmandu. Le persone vivono all'aperto in ripari di fortuna e le condizioni igienico-sanitarie sono preoccupanti: non ci sono latrine e l'acqua è scarsa.

Un'équipe chirurgica dotata di kit chirurgico d'emergenza è arrivata a Katmandu nella notte e si sta preparando a intervenire. Msf supporterà gli ospedali di Katmandu secondo i bisogni, fornendo personale e materiali. Beni di sollievo, tra cui 1000 kit per l'allestimento di ripari, 500 kit per l'igiene, 500 kit per cucinare sono in arrivo via terra da Bihar (India) a Ghorka. Da qui verranno distribuiti alle persone colpite nei villaggi intorno a Ghorka. Un cargo con un ospedale gonfiabile è in arrivo da Bordeaux a Katmandu. Un'équipe sta valutando le condizioni di campi di fortuna a Katmandu e Bhaktapur, con un'attenzione particolare sulla disponibilità di acqua e le condizioni igienico-sanitarie.

Fonte: Sir
Terremoto Nepal: Msf, «interventi mirati nelle zone più isolate»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento