Opinioni & Commenti

Opinioni & Commenti stampa

Vincent Lambert, in Francia, e il piccolo Alfie Evans, in Inghilterra, scuotono le nostre coscienze in presenza delle loro assai precarie condizioni di vita e di due magistrature che ne vogliono decretare la morte per interruzione di idratazione e nutrizione. Questo, malgrado la mamma e il fratello di Vincent e la mamma e il papà di Alfie ne stiano contestando l’esecuzione, adoperandosi in modo ammirevole per l’assistenza e la cura.

Il caso Facebook-Cambridge Analytica, sta avendo l’indubbio merito di portare in primo piano un tema cruciale per le nostre vite iperconnesse: che fine fanno i nostri dati? Una questione che per troppo tempo è rimasta argomento di nicchia e per esperti, mentre lo scambio e l’utilizzo di dati che ci riguardano (non solo quelli online) è ormai qualcosa che determina il nostro vivere in società, dall’economia, all’informazione, alla politica, alle più comuni attività quotidiane.

La recrudescenza di incidenti sui luoghi di lavoro lascia tutti noi addolorati e mortificati. Ci addolora perché il lavoro è, nel suo valore più profondo, sinonimo di vita; non è solo un fattore economico, non è una merce; nel lavoro l’essere umano realizza una parte di sé, attraverso il lavoro può progettare e costruire il proprio futuro e grazie al lavoro avere di che vivere, per sé e per la propria famiglia, nel rispetto della sicurezza e dell’ambiente.

Quest’anno la Pasqua cade il primo di aprile e in effetti è uno scherzo, un gigantesco, colossale, magnifico scherzo. Riuscitissimo, come i migliori scherzi intelligenti, quelli capaci di svelare una verità in grado di cambiarci la vita. 

In assenza di una qualche forma di discernimento comunitario, nella solitudine alla quale si sono autocondannati, i cattolici sembrano votare esattamente come tutti gli altri italiani. Tanto da indurre i nuovi leader populisti (Matteo Salvini e Luigi Di Maio) a schiacciare l’occhiolino ai cattolici (semplici fedeli o vescovi non importa). È finita la stagione dell'impegno politico dei cattolici?

La Domenica delle Palme sarà celebrata a livello diocesano la 33ma Giornata mondiale della gioventù, in preparazione di quella internazionale di Panama (gennaio 2019). Ai giovani, per l’occasione, Papa Francesco ha rivolto un Messaggio, che «Toscana Oggi» ha pubblicato a febbraio e che prende spunto dalle parole con cui l’arcangelo Gabriele s’annuncia a Maria, una ragazza di Galilea.